martedì 7 gennaio 2014

Di che colore mi tingo i capelli?

I capelli sono un’arma di seduzione e attirano  molto l’attenzione degli altri. Non a caso le donne delle caverne venivano trascinate per i capelli nella grotta!! (scherzo ovviamente). Se ci fate caso, negli anni il vecchio detto “gli uomini amano le bionde, ma sposano le brune” si sente ancora, ma, stupidità dell’affermazione a parte, vive perché, appunto, i capelli sono un punto focale degli sguardi altrui. Corti o lunghi, biondi, rossi, castani o neri, ricci o lisci, i capelli sono un po’ il nostro biglietto da visita.
Tempo fa – io sono , o meglio ero, rossa e adesso sono castano chiaro – mi era venuta la brillante idea di lasciarmi i capelli sale e pepe. Volevo farlo per risparmiare sul parrucchiere e sull’obbligo di fare la tinta ogni mese, così ho trovato in fondo a un cassetto una vecchia parrucca e l’ho portata a far tingere di bianco con sfumature grigie per vedere come sarei stata. Il lavoro è venuto benissimo, ma quando l’ho indossata e mi sono vista allo specchio…Sembravo molto più vecchia! Credo allora  che i capelli sale e pepe stiano bene solo se sono molto corti (e  danno un’aria sbarazzina), oppure alle donne giovani.Quindi mettiamo da parte il capitolo “grigio”, tanto in commercio, se non si può andare dal parrucchiere, ci sono ottimi prodotti che, con un po’ di manualità o con l’aiuto di un’amica o una figlia, possono essere applicati in casa. Ma accantoniamo anche il colore bianco, a meno che non sia così lucido e brillante da sembrare davvero una nuvola.Mia nonna aveva dei capelli così bianchi che sembravano neve e sapete cosa faceva la disgraziata??? Metteva il riflessante azzurrino o rosa e il risultato era che sembrava uno di quegli oggettini che cambiano colore (diventando, appunto rosa o azzurri) a seconda del tempo. E non c’è mai stato verso di farle cambiare idea. Ecco, spero proprio che ai nostri giorni a nessuno venga più in mente di fare lo stesso!!!Non parliamo poi di quelle che si tingono i capelli in “rosso menopausa”, come lo chiamo io. Cos'è il rosso menopausa? E’ quel rosso acceso, che  talvolta tende al violetto, che spesso ahimè vedo sfoggiare da signore che hanno, appunto, passato la menopausa e si innamorano di una testa rossa. Ora, il rosso, se non è naturale e se non ti chiami Mina, che ha un rosso fantastico studiato molti anni fa appositamente per lei  da una famosa stylist, è uno dei colori in assoluto più difficili; perché tende facilmente all'arancione, al viola, al melanzana, insomma fa finto!  Così come il biondo norvegese…o il nero blu. Tutti colori che vanno bene a chi ha un incarnato ancora intonso e sodo. Per le altre, quelle come noi, ci sono dei bellissimi biondi miele, dei castani magari ravvivati da meches, dei bruni con sfumature cioccolato (ma solo sfumature, mi raccomando!), colori morbidi e caldi. Da evitare poi, come la peste, le pettinature a boccoloni che scendono oltre le spalle.Conosco una signora che ha dei capelli biondi da invidia: foltissimi, mossi al punto giusto, biondi vaniglia, lucidissimi, ma……….lunghi fino a metà schiena. E qui ci risiamo: “dietro liceo, davanti museo.” Non perché sia brutta, tutt'altro, ma è inappropriata. Se almeno li raccogliesse in una coda o in uno chignon! Invece no li lascia fluenti e sono molto belli da vedere, mentre lei non si rende conto che è un po’ ridicola… Una bella testa media o corta, ringiovanisce, attenua i difetti, mette in risalto lo sguardo e soprattutto è adatta all'età che si è raggiunta.

Nessun commento:

Posta un commento