domenica 19 gennaio 2014

Dopo i 50 il corpo cambia.

Ebbene sì, dobbiamo farcene una ragione. Dopo i 50 anni il nostro corpo assume , che ci piaccia o no, un aspetto diverso. Non  c’è una regola fissa, possiamo diventare più magre o più grasse, aumentare o diminuire la taglia di reggiseno, ingrossarci o assottigliarci alla vita, dipende dalla costituzione di ognuna di noi, ma la vera verità è che si cambia. Ma non è detto che i cambiamenti siano negativi. Magari per qualcuna diventare un po’ più tonda fa sparire alcune rughette dal viso (il che ci evita ad esempio di ricorrere a indesiderati e costosi lifting) per altre diventare un po’ più magre porta a poter indossare finalmente un abito che ci piaceva tanto e che giaceva  triste e sconsolato nell’armadio. I cambiamenti riguardano anche la pelle e i capelli: la pelle ha bisogno di più nutrimento, ma questo è solo un buon motivo per cogliere l’occasione e curarla un po’ di più, abbondando – come non si è mai fatto prima – in creme e maschere che sono oltretutto una gran coccola. Anche il trucco dovrà cambiare, dando più risalto con fondotinta studiati apposta, al colorito della pelle, che deve apparire uniforme, piuttosto che al trucco degli occhi o della bocca.
Una bella pelle, luminosa e rosata, ringiovanisce molto di più di un pesante rossetto rosso. Anche i capelli fanno la loro parte in questa trasformazione: talvolta si diradano, ma soprattutto inizia il lento processo dell’imbiancamento. E’ quindi l’occasione buona per decidere di cambiare colore. Siamo sempre state brune? Perché non diventare di un bel castano rossiccio? Oppure perché non fare il grande salto e lasciar crescere tutta la chioma bianca?  Il corpo cambia e noi dobbiamo cambiare con lui, non contrastarlo, ma assecondarlo. Quindi porte aperte alla ginnastica ( se odiamo andare in palestra ci sono efficaci esercizi da fare a casa ) ,  alle passeggiate (in questo caso avere un cane è un ottimo sprone) ,alle creme per il corpo (si possono anche fare in casa, volendo oppure usare solo l’olio di mandorle), ai vestiti comodi, che non fasciano, ma che si adattano morbidamente alla figura, coprendo l’inevitabile – sì INEVITABILE – pancetta. Bisogna infine accettare anche che spesso la testa ci dice di fare un certo movimento, ma al momento di eseguirlo….il corpo non ci segue! Siamo sempre salite senza alcuna difficoltà su una sedia per arrivare in alto all’armadio e adesso ci accorgiamo che non siamo più così agili, che per salire sulla sedia dobbiamo anche trovare un appoggio? Non facciamone un dramma. Troviamo un appoggio e saliamo sulla sedia. Ci capiterà altre cento volte e l’unico segreto per continuare a sentirci come prima, anche se non lo siamo più, è quello di adattarci, accettare, non quello di combattere.

Nessun commento:

Posta un commento