sabato 18 gennaio 2014

Fidanzato baby o coetaneo?



A chi non fa piacere l’ammirazione di un uomo?  Ogni donna, nel buio della sua cameretta, sogna di essere ancora giovane e piacente, anche se poi sa perfettamente che l’età è quella che è e anche se ci si cura allo sfinimento gli anni comunque ci sono. Ma essere sopra i 40/50 anni non vuole assolutamente dire che ci si deve rassegnare a stare sole, a non avere un fidanzato, o , perché no, anche un amante se è il caso.

Ma  il tema , adesso, non è se è giusto o meno restare da sole o fidanzarsi o farsi un amante, il tema è “è meglio un uomo molto più giovane (il toy boy per intenderci) o un coetaneo”?
Vediamo le differenze: l’uomo molto più giovane è sicuramente più vigoroso  sessualmente, più tonico fisicamente, più giusto per far sgranare gli occhi alle amiche, più mondano e vivace socialmente . Un uomo giovane ci porterà a ballare e non si stancherà dopo 5 minuti, ci affascinerà con la sua voglia di sperimentare e di vivere, ci farà fare spericolati giri in auto o in moto, si rotolerà con noi sulla sabbia o su un prato, ma soprattutto ci farà sentire come se avessimo ancora 20 anni. A quante donne ho sentito dire “mi sento una ragazzina, quando sono con lui” !!  La miglior cura ringiovanente è quella di sentirsi davvero giovani e ammirate. La pelle diventa più luminosa, gli occhi splendono, il portamento stesso è più armonico e più sicuro. Una meraviglia insomma. Però, salvo rari e fortunati casi, il rapporto con un uomo molto più giovane non dura.

Questo, nel 90% dei casi,  non accade per motivi fisici, o perché lui preferisce una donna della sua età, nemmeno per sogno!  A lui può andare molto bene avere una donna che in un certo senso lo fa sentire protetto, ma allo stesso tempo lo soddisfa con la sua esperienza, il motivo di solito è mentale. Cioè  dopo l’iniziale passione, subentra la cosiddetta normalità e qui  - per la donna - succede il patatrac. Già, perché prima o poi noi vorremo anche parlare, scambiarci idee e opinioni, ricordare cose vissute in anni in cui lui non era neppure nato e allora ecco che scatta immediatamente la sensazione “mamma” e lui perde tutto il suo fascino. 

E poi, diciamocelo chiaro e tondo: è vero che un uomo può stare con una donna molto più giovane e la gente ritiene che sia una cosa normale, è vero che le star ormai hanno solo o quasi fidanzati ventenni o giù di lì, ma noi vogliamo davvero abdicare a tutto quello che abbiamo vissuto sulla nostra pelle per risentirci ancora ragazze accanto a uno che sa solo parlare di moto, di sport, di auto? Il sesso sarà anche fantastico, ma a lungo andare le contorsioni e la “tripletta”  stancano…  

Diverso il discorso con un coetaneo: prima di tutto sarà meno irruente (e questo non è detto che sia un male), ci corteggerà più a lungo (e anche questo non è un male), parlerà di argomenti che anche noi conosciamo bene. Magari avrà la pancetta e il corpo non sarà più muscoloso e tonico, ma a lungo andare è il cervello che conta non il fisico.

1 commento:

  1. E' vero tutto e il contrario di tutto. Attenzione alle generalizzazioni, anche parlare di prostate con 50 enni depressi e irrisolti, con il terrore di
    invecchiare e' avvilente!

    RispondiElimina