giovedì 27 febbraio 2014

Come è possibile innamorarsi a 60 anni?

Ho notato che ci sono due tipi di sessantenni: quelle che ormai “hanno deposto le armi” e quelle che invece si sentono ancora ragazze dentro.

Le prime sono donne che  spesso non curano più il loro fisico e il loro abbigliamento , si considerano ormai “vecchie signore”, fanno una vita poco attiva socialmente preferendo dedicarsi completamente ai nipotini o al lavoro (in casa o fuori). Credo che per loro sarebbe sicuramente possibile innamorarsi (lo è per qualsiasi donna, a qualsiasi età), ma scarsamente probabile.

Le seconde  sono invece persone che abbracciano la vita con tutte le sue contraddizioni senza volerle sanare a tutti i costi,  ma comunque partecipando, accettando e  tentando di coglierne i lati positivi.
Queste sono le donne che a 60 e oltre anni  non solo possono innamorarsi, ma possono anche costruirsi una nuova vita di coppia, con risultati molto positivi.

Dalla loro queste persone  hanno sicuramente   il vantaggio  di saper valutare con concretezza -  grazie  all’ età -  la portata dei loro sentimenti e di non lasciarsi (più) abbagliare solo dall’esteriorità o dalla necessità di non sentirsi più sole,  ma credo comunque   sia bene stare   attente a certi segnali, prima di imbarcarsi in situazioni che , se non gestite correttamente, potrebbero creare in seguito qualche problema. Dividiamo quindi l' innamoramento dalla "cotta".

Cosa può fare una donna per capire se è davvero  innamorata? Diciamo che è innamorata se:

  • sente  le famose “farfalle nello stomaco”quando incontra lui

  • avrà per l’altro un trasporto vero e sentirà  che è davvero un uomo molto importante per lei e che se lo perdesse si sentirebbe come “monca”

  •  “lo riconosce” come simile a lei  non solo per abitudini o interessi , ma anche e soprattutto come anima.

  • di lui le piace tutto: il suo fisico e la sua mentalità, il suo carattere e la sua intelligenza ed anche i suoi difetti (che è perfettamente in grado di riconoscere, ma che accetta perché parte di lui)

  • dal punto di vista sessuale prova delle sensazioni che aveva dimenticato o, addirittura, mai conosciuto .

  • comincia ad avere una gran voglia di uscire, divertirsi, viaggiare (con lui ovviamente);

  • inizia a soffrire di insonnia, perchè pensa al loro rapporto tutta notte

  • scopre che durante la giornata non fa altro che pensare a lui e si scopre a sorridere al vuoto come un’ebete;

  • non ha più interesse per altri uomini che non siano lui, ( se le si presentasse George Clooney in persona per chiederle di uscire , rifiuterebbe);

  • vorrebbe continuamente stare con lui, condividere ogni minuto della giornata;

  • non perde occasione per mandare sms, email o what’s up o per telefonargli;

  • improvvisamente si prova interesse per sport o avvenimenti che prima non venivano neppure presi in considerazione;

  • tutti i piccoli avvenimenti quotidiani che disturbano la vita di ognuno diventano di colpo cose piacevoli o comunque scusabili e non rivestono più l’importanza che gli si dava prima

  • le viene una gran voglia di sorridere a tutti, di dire e far vedere al mondo intero la sua  felicità

  • il contatto fisico e l’atto d’amore diventano, ad ogni incontro, un bisogno impellente

Invece è solo una cotta se :

  • non darà alcuno spazio al ragionamento, ma agirà  sempre d’impulso (e a 60 anni è altamente sconsigliabile)
  • il desiderio fisico supererà qualsiasi altra necessità
  • è disposta a  cambiare totalmente il suo modo di vestire, comportarsi, pensare ,per adeguarsi a quello che secondo lei  vuole l’altro,  il che significa che starà abdicando alla sua  personalità per diventare come pensa lui vorrebbe che fosse. (non sapendolo con certezza,  questa trasformazione sarà  ovviamente rischiosa nel risultato)
  • lo sta  idealizzando non vedendone alcun difetto (è impossibile, tutti hanno qualche difetto!) 

Tutti questi comportamenti porteranno a capire che si tratta di una cotta o  di un mero desiderio fisico  e quindi queste avvisaglie dovranno essere prese attentamente in considerazione  perché , se non riconosciute, potrebbero causare  una grossa delusione nel momento stesso in cui la realtà  si rivelerà come tale.


Ma continuando  a parlare di amore:  cosa può fare una donna  per non cadere nella trappola dell’innamoramento di un uomo non adatto a lei o di un sentimento   non corrisposto ?

  • Prima di tutto assicurarsi che l’ uomo  non abbia altri legami           sentimentali  e che corrisponda ai suoi gusti estetici e non
  • Accertarsi, attraverso la frequentazione,  che non sia una persona  narcisista (cioè che vuole essere sempre e solo lui al centro dell’attenzione) o debole (cioè che stia cercando solo un “appoggio “ morale o materiale)
  • Evitare, ai primi incontri , di parlare troppo della vita personale, rivelando magari particolari che sarebbe meglio per prudenza tacere, e cercare invece di far parlare lui. Tra l’altro gli uomini adorano essere ascoltati e di solito le donne sono brave ad ascoltare quindi non sarà troppo difficile capire abbastanza bene pregi e virtù dell’uomo di cui ci si è innamorate.
  • Chiedere il parere di amici fidati sull’uomo  che vorremmo  come compagno di vita  (spesso sono più affidabili perché non condizionati dai sentimenti)
  • Essere sicura , nei limiti del possibile, di essere ricambiata con pari sentimento (un trucco può essere quello di guardare se le pupille dell’altro, quando si è vicini, si dilatano. In caso positivo l’attrazione c’è)
  • Sincerarsi  se anche da parte di lui c’è l’apertura ad una futura possibilità di costruire un’unione vera
  • Stare attenta che l’altro non stia cercando solo un’affermazione di sé stesso  come “maschio”(sono ancora capace di conquistare una donna)
  • Accertarsi che gli piacciamo come siamo e che non tenterà di cambiare le nostre idee, abitudini, amicizie, comportamenti.

Riguardo a quest’ultimo punto concludo con una bellissima frase che ho letto da qualche parte (non ricordo dove quindi mi scuso con l’autore se dovesse riconoscere le sue parole e non vedere che cito la fonte)  “Potrò dire di amarti quando saprò accettarti per come sei e non per come  vorrei che tu fossi

Nessun commento:

Posta un commento