martedì 11 febbraio 2014

Come faccio a scegliere il tipo di look adatto a me?

Ogni volta che qualche mia amica mi fa questa domanda io rispondo “guardati allo specchio, capisci chi sei e poi vedrai che ci riesci” e puntualmente  la reazione  è “ ma come faccio???”

Quindi adesso proverò a  descrivere in punti  vari passaggi che una donna over “anta” dovrebbe percorrere per capire come avere un look che rispecchi non solo la sua età, ma anche la sua personalità e carattere. Iniziando dagli abiti:

  • Apriamo il nostro armadio e guardiamo attentamente tutti gli abiti che ci sono, facendo mente locale su forme, colori, lunghezze.
  • Proviamo a capire se ci sono colori troppo vivaci o troppo spenti e abiti o gonne troppo corte o troppo lunghe
  • Tocchiamo ogni vestito per saggiarne la consistenza, la stoffa, la leggerezza o la pesantezza
  • Tiriamo fuori, in modo spietato, tutto quello che non abbiamo mai indossato o che non sapremmo quando indossare e regaliamolo o mettiamolo da parte per eventuali ricicli.
  • Infine cerchiamo di capire, indossandoli e abbinandoli, quali capi ci fanno sentire a nostro agio, belle o eleganti, in due parole quali ci piacciono davvero.

A questo punto, i casi sono due: 1) non c’è niente che riteniamo se non bello, almeno passabile; 2) ci piace tutto. 

Nel primo caso o ci rifacciamo l’intero guardaroba oppure abbiniamo in modo diverso pull/gonne e pantaloni o li modifichiamo con l’aiuto di una brava sarta e qualche spunto preso da giornali di moda. 
Se invece ci piace tutto , vuol dire che metà lavoro per essere sicure che abbiamo il look giusto è già fatto.

Terminato il lavoro sui vestiti, passiamo al trucco

  • Anche se siamo abituate a fondotinta coprenti e a dare grande risalto a occhi e bocca, convinciamoci che non è più il caso. Prima di tutto cambiamo fondotinta scegliendone uno leggero e fluido che maschera lo stesso le imperfezioni e non fa effetto mascherone, poi decidiamo se preferiamo sottolineare gli occhi o far leva sulle labbra.  
  • Se decidiamo per gli occhi, dobbiamo adottare un trucco sui toni del rosa o del tortora. Entrambi illuminano e non appesantiscono lo sguardo. Andiamoci piano anche col mascara. Le ciglia folte sono belle, ma se sono troppo cariche rischiano di mettere in evidenza le rughette intorno agli occhi, quindi meglio una sola passata che le colori un po’ soprattutto se sono molto chiare. Evitiamo come la peste gli ombretti colorati tipo verde, oro, blu. Un piccolo ma efficace trucco per dare risalto agli occhi è quello di infoltire un po’ le sopracciglia e di passare una matita beige chiaro proprio sotto l’arco. Vedrete che risultato! 
  • Se invece preferiamo mettere in evidenza la bocca allora è tassativo lasciare gli occhi struccati e applicare un rossetto che non faccia apparire i denti gialli (il rosso scuro fa questo effetto), quindi via libera agli aranciati, ai rossi papavero, ai rosa. La matita per il contorno deve assolutamente essere dello stesso colore del rossetto e non più scura perché invecchia.


Anche i capelli devono fare la loro parte ovviamente. 
Dopo i 45 anni , anche se abbiamo chiome stupende, bisogna 
  • accorciarli almeno fino alle spalle, 
  • evitare  i colori che danno sul rosso scuro (se non è naturale involgarisce) 
  • cercare di schiarire la chioma, ma facendo molta attenzione al colore della propria carnagione. Non c’è niente di più volgare di un capello biondo portato su una pelle olivastra o, peggio, di un nero corvino portato su una pelle diafana . 
  • Come sempre in tutte le cose, il meglio sta nel mezzo: un bel castano dorato risolve qualsiasi problema.


Infine le scarpe, uno degli accessori più amati dalle donne. Purtroppo noto che molte donne non più giovanissime si ostinano a portare anche d’inverno le scarpe senza le calze. Cosa che personalmente trovo non solo poco salutare, ma anche un po’ fuori luogo. Le gambe nude è meglio lasciarle alle ragazze, anche perché una bella calza coprente non solo nasconde qualche venuzza e macchietta, ma mette in risalto la scarpa che deve essere adatta alla nostra camminata. 
  • Se infatti non siamo abituate a camminare tanto, possiamo tranquillamente portare un tacco alto (non altissimo), ma se di solito marciamo come soldatini, con i tacchi saremmo solo ridicole. 
  • Anche i colori e le forme devono essere accuratamente valutate prima dell’acquisto. Alcune (fra cui la sottoscritta) adorano le scarpe con il fiocco o con il cinturino alla caviglia, ma sono modelli che , pur a malincuore, non possiamo più permetterci perché fanno troppo ragazzina. Idem per le scarpe maculate che vanno tanto di moda oggi. Magari possiamo indossarle per una sera, ma poi rimettiamole nel nostro porta scarpe e lasciamole lì accontentandoci di guardarle ogni tanto.  
  • Credo che una decolleté di un bel colore – possiamo anche  usare il rosso, il bordeaux, il verde, e non solo i classici blu/nero/beige , un bel paio di stivali lisci, un paio di tronchetti a tacco medio o le “sempre chic” stringate siano gli accessori giusti.


Concludo quindi consigliandovi di tener sempre ben presente che un look viene definito “giusto” quando dà alla persona che lo indossa  grazia e raffinatezza ed è semplice e di buon gusto.



Nessun commento:

Posta un commento