mercoledì 26 febbraio 2014

Come truccarsi per ogni occasione

Il make up può trasformare qualsiasi donna in una vera bellezza, se sapientemente applicato e portato. Cosa intendo per portato? Intendo che ogni occasione richiede un trucco adatto alle circostanze, all’abito, al luogo e, non da ultimo, all ’età.

Troppo spesso si vedono donne con strati e strati di fondotinta, rossetti violenti e occhi che sembrano pesti oppure talmente slavate da sembrare appena risorte da una tomba.
E non è neppure necessario essere delle make up stylist per sapere come si devono usare i prodotti, basta saper copiare, un po’ di manualità e tanto esercizio: dopo un po’ il trucco diventerà routine anche per le occasioni importanti.

Ad esempio:

Ufficio: prima di tutto va tenuto in conto il fatto che difficilmente si potrà ritoccare il viso durante la giornata (al massimo ce la faremo a mettere una passata di cipria, tra un impegno e l’altro se tutto va bene) quindi sarà bene applicare un fondotinta 24 h e antitraccia, ma molto leggero, un filo di lucidalabbra, un ritocco alle sopracciglia e niente altro. Basterà infatti il solo fondotinta a dare un’aria sana e soda al viso.

A fare la spesa: anche in questo caso – a meno che non si vada al supermercato per concupire il direttore o fare incontri galanti – non è il caso di truccarsi tanto. Il solito fondotinta  e un velo di rossetto chiaro basteranno a non avere l’aria di quella appena alzata dal letto (che fa sexy solo dai 20 ai 30 anni, poi fa sciatto)

A fare shopping: in questa occasione è bene essere un po’ più truccate perché le commesse dei negozi tendono istintivamente a dare più ascolto/assistenza alle persone curate (anche se onestamente non ne capisco il motivo). Quindi sì al solito fondotinta, alle sopracciglia disegnate, a un velo di ombretto color tortora che non si nota  particolarmente e sta bene con qualsiasi colore di carnagione e capelli,  ad una passata leggera di mascara e ad un rossetto beige o rosa.

A pranzo fuori: non importa che l’occasioni si presenti per lavoro o per puro divertimento con le amiche, la cosa che bisogna assolutamente ricordare è che mangiando il rossetto va via. Sempre. Quindi, dato che l’educazione impone di non metterselo al tavolo e non sempre si ha il tempo di andare a ritoccarsi alla toilette, è meglio adottare un trucco che dia un po’ più di risalto al viso e agli occhi, lasciando le labbra “al naturale”. Se il colore naturale della bocca tende al violaceo (succede specialmente a chi ha la carnagione un po’ olivastra) oppure al pallore (può succedere dopo la menopausa in quanto le mucose perdono estrogeni e quindi colore) si può ricorrere ad una passata dello stesso fondotinta usato per il viso , tamponato con una spolverata di borotalco che “fissa”, ottenendo così un aspetto omogeneo.

A cena fuori:  essendo di sera si può osare un trucco un poco più accentuato , ma che preveda la  scelta tra bocca e occhi. Quindi fondotinta – in questa situazione un po’ più denso oppure leggero, ma con un velo  di cipria in polvere, fard, ombretto (possibilmente evitando i verdi, i blu e i dorati a meno che non si sia sotto i 45 anni) , matita sulle palpebre e mascara, oppure fondotinta-cipria-fard e un bel rossetto rosso o mattone con contorno labbra (in tinta e non in contrasto mi raccomando!!)  


A casa di amici: L’informalità della situazione permette di essere molto “sciolte” nel make up, quindi via libera a un trucco appena accennato, giusto per essere in ordine, ma senza fare/sembrare delle fatalone cosa che irriterebbe sicuramente la padrona di casa.


A teatro/balletto/concerto: qui è d’obbligo l’estrema sobrietà, ma anche  la massima cura e attenzione. Si deve avere  l’accortezza di passare sul viso, dopo il fondotinta e il fard un cubetto di ghiaccio, tamponandolo per fissare il trucco (di solito in quei posti fa caldo e il sudore potrebbe far colare il trucco con effetti decisamente spiacevoli) .Via libera a un ombretto di colore intonato all’abito (viola scuro se l’abito è nero, color bronzo se l’abito è chiaro, neutro se l’abito è colorato), alle solite sopracciglia ridisegnate, alla  matita sfumata tantissimo e solo sopra la rima palpebrale, (sotto fa vampiro) al mascara waterproof ( sempre per lo stesso motivo del caldo) ad un rossetto non vistoso, ma che comunque  esalti la bocca.


In discoteca: ecco l’unico posto in cui ci si può sfogare a piacimento. Via libera a tutto quello che una si vuole mettere. Ovviamente il fattore età deve sempre essere tenuto presente , cioè sconsiglio di mettersi brillantini sugli occhi o ciglia finte, ma se piace , nessuno  lo impedisce, a parte mettere in conto eventuali risatine e sorrisini di chi è giovane e non apprezza il look "
discotecaro "messo da  una donna che potrebbe essere sua madre.


Sulla spiaggia: mai, per nessuna ragione il trucco è ammesso.



Se ho dimenticato qualche situazione ..... per favore ditemelo!


Nessun commento:

Posta un commento