mercoledì 5 febbraio 2014


E' ovvio che piu’ passano gli anni e meno ci si sente belle, ma io ho capito come fare per non cadere in questa trappola.
Vi spiego: ho ideato le 5 regole che vi descrivo:



Regola n 1: avere stima di se stesse. Approvare ed apprezzare tutto quello che pensate e fate ( senza ovviamente diventare delle insopportabili superbe) vi dara’ una sicurezza di voi che si riflettera’ sul vostro modo di muovervi, di camminare, di parlare, di rapportarvi con gli altri, cioe’ QUEL modo che hanno , appunto, le donne belle ( anche se voi non assomigliate a una top model)

 Regola n 2 : volersi bene . assolutamente fondamentale coccolarsi, viziarsi un po', lasciarsi andare  ai piaceri della vita , curare il proprio corpo oltre che la propria mente. Chi si vuol bene si fa voler bene, attira l ‘ammirazione delle persone, e di conseguenza si sente bella. Ho  conosciuto donne fisicamente molto attraenti che pero’ non si amavano affatto e maltrattavano il loro corpo eccedendo nel fumo e nel bere, negli eccessi di tutti i tipi e poi si lamentavano perche’ nessuno le guardava.  Non erano ovviamente inguardabili (  ma lo sarebbero diventate presto) , ma si vedevano per quello che erano, cioe’ donne che non volevano bene al loro corpo e quindi, poco attraenti anche per gli altri, pur essendo avvenenti.

Regola n 3 non fare confronti: evitate a tutti i costi di guardare ossessivamente le parti del vostro corpo che non vi piacciono e di confrontarle con quelle delle altre donne, peggio che mai se sono piu’ giovani. Invece di sentirvi reiette perche’ avete poco seno o mani tozze, e " le altre" portano una  quarta o hanno mani da pianista, cercate i vostri punti di forza ( non esiste donna che non ne abbia almeno uno) e quando cadete nella trappola del confronto, fatelo sui punti di vantaggio che avete rispetto all’ altra, non a quello che  avete in meno o non avete affatto.

Regola n 4 civettare: grande e fantastica attivita'! Civettare e' il modo migliore per dimenticarci dei nostri difetti, perche’ qualsiasi uomo non sa resistere ad una donna che lo fa sentire al centro del mondo, che pende dalle sue labbra e poi, improvvisamente, senza alcun apparente motivo, lo pianta in asso come se fosse sparito dal suo campo visivo. Se non altro per orgoglio, vi rincorrera’ e voi vi sentirete belle, desiderate e affascinanti. Pero’ attenzione: per civettare bene non si puo’ improvvisare, bisogna allenarsi : sguardi, parole, movimenti, atteggiamenti, va tutto studiato a regola d ‘arte. Se avete la fortuna di avere qualche nonna a portata di mano, chiedete consiglio a lei, le nostre nonne infatti erano campionesse di civetteria dato che ai loro tempi non si poteva far altro per conquistare un uomo.

Regola n 5 essere belle dentro. Questa e' davvero la regola piu’ importante e per questo l’ ho lasciata per ultima. Chi e' bella dentro lo e' anche fuori. Chi e' sensibile ai problemi altrui, e' generosa, si interessa della vita del proprio prossimo, e' buona, ha un animo gentile, sa cos ‘e’ la gratitudine e l ‘onesta’, avra’ una luce negli occhi e un tale sguardo che superera ‘ qualsiasi canone estetico.




Nessun commento:

Posta un commento