martedì 4 febbraio 2014

Sto bene, ma...

Soprattutto dopo la menopausa, il fisico non solo cambia aspetto e conformazione, ma arrivano tutta una serie di piccoli fastidi che prima non sapevamo neppure esistessero.


Passato il momento clou delle vampate e degli sbalzi di umore ( e qui vi do' subito un consiglio che ho sperimentato su me stessa con grandi risultati e relativa soddisfazione: curatevi con l' agopuntura. Bastano poche sedute - circa 1 al mese, ma dipende dall' agopuntore- e addio a sudori notturni e diurni, lacrime improvvise, nervosismo e tristezza) ecco apparire il mal di schiena, qualche macchia sul viso, il raffreddore piu' frequente, la memoria che ogni tanto fa cilecca , le vene sulle mani, la tachicardia, i dolori cervicali, i piedi gonfi,, le unghie incarnite, l' insonnia e la vista che si abbassa.
Un quadro tragico? Ma noooo, solo uno stato fisico non piu' " al top". E quindi che fare? 
Dipende dal tipo di donna: c ' e' quella che ignora tutto e fa finta di non avere niente. Vivra' felice e contenta e accettera' questi fastidi come parte naturale di un percorso di vita. C'e' quella che non tollera di non essere sempre piu' che in forma, agile e scattante e quindi iniziera' a cercare tutti i medici possibili e immaginabili perche ' le diano " la medicina miracolosa che fa passare tutto in un giorno". C'e' quella che non perde occasione per raccontare a tutti il calvario della sua post menopausa ed entrata nei secondi “anta”, sperando che qualcuna le suggerisca un rimedio veloce ed efficace che la faccia tornare indietro, fisicamente, di 20 anni e infine c'e' quella che accetta, ma cerca comunque di adottare uno stile di comportamento , alimentare e di vita che la aiuti a convivere serenamente con quelli che vengono definiti " i malesseri dell' eta'".
A questo tipo di donna voglio indirizzare qualche suggerimento che penso possa esserle utile.
Il mal di schiena viene perche' ci si muove poco o troppo, oppure perche’ si sta sedute, soprattutto davanti al pc, in modo scorretto. Quindi e' bene , per chi si muove poco, cercare di fare almeno 20 minuti di passeggiata al giorno o le scale a piedi, per chi si muove troppo perche’ sta sempre in piedi o usa tacchi troppo alti, usare scarpe con tacco 5 o 6 e lasciare il tacco 12 per le occasioni mondane e cercare di rallentare un po' l’ impegno della schiena sedendosi ogni tanto. Per chi sta seduta al pc e' utile ogni tanto piegarsi in avanti stando sedute, fino a toccare a braccia  stese e col dorso delle mano la punta dei piedi , mantenere la posizione per due minuti e poi " srotolarsi" lentamente per tornare erette. Le macchie sul viso, se sono delle cheratosi, si possono far sparire - con un po' di pazienza- mettendo due volte al giorno qualche goccia di olio di ricino; se invece sono dovute al sole possono essere cancellate da un buon dermatologo. Gli attacchi di raffreddore si prevengono stando, ovviamente, attente agli sbalzi di temperatura, prendendo vitamina C  e, udite udite, facendo regolarmente attivita' fisica ( bastano 30 minuti di camminata veloce tutti i giorni). La memoria puo' e deve essere mantenuta viva con esercizi specifici (primo esercizio:  siediti su una sedia col dorso aderente la spalliera, sposta lo sguardo prima a sinistra e poi a destra senza girare la testa, continuativamente per 30 secondi almeno .Secondo  esercizio: scegli un oggetto qualsiasi ed esaminalo attentamente in ogni dettaglio: forma, colore, dimensione. Concentrati e fotografalo mentalmente , poi chiudi gli occhi e ricostruisci l ‘oggetto con la mente. Apri gli occhi e confronta il tuo ricordo con l' oggetto vero. Fonte: rivista Brain and Cognition). Per le vene sullemani si possono fare delle iniezioni sotto cute di particelle di acido ialuronico stabilizzato, per riempire le mani, ma solo dal dermatologo!
La tachicardia non e' necessariamente la spia di un infarto, quindi possiamo abituarci a fare un  test ( prenditi il polso,inspira ed espira profondamente. Il battito accelera e rallenta con la respirazione? Tutto ok. Se invece non varia vuol dire che il cuore e' un po' affaticato. Attenta anche a improvvisi e ingiustificati batticuore che non si limitano a pochi secondi. In questo caso e' importante una visita cardiologica. Fonte: dott. Paolo Pizzinelli, cardiologo).
Per i dolori cervicali spesso basta un cuscino anatomico per dormire o un piccolo cuscino termico. I piedi gonfi si possono sgonfiare dormendo con le gambe un po' rialzate, facendo ogni sera un pediluvio per 20 minuti in acqua tiepida e sale ( vecchio rimedio della nonna sempre valido). Le unghie incarnite possono essere evitate se si ha cura, dopo averle disincarnite, di mettere tutte le sera qualche goccia di tea tree oil ( olio di melaleuca). L ' insonnia si combatte creando rituali serali come coricarsi sempre alla stessa ora, evitare pc e tv a letto, bere una tisana, ripensare a tutti i problemi della giornata e " buttarli via" mentalmente, lasciare andare la mente permettendole di vagare senza fermarsi su un pensiero preciso, avere il buio totale in camera  .( se vostro marito vuol leggere , mandatelo in un' altra stanza).
E infine la vista che si abbassa: qui non c ‘e proprio rimedio, a parte convincersi a mettersi un buon paio di occhiali.




Nessun commento:

Posta un commento