martedì 4 marzo 2014

Come faccio a dormire bene?

Molti dicono che più si invecchia e meno si dorme, mentre io sono del parere che le ore di sonno dipendono dal tipo di persona e che comunque  è meglio dormire poche ore  filate  piuttosto che tante ore, ma piene di risvegli.

Inutile dire che è molto più facile dormire bene se non si hanno pensieri, ma al giorno d’oggi chi non ne ha? Solo i bambini , ma qui parliamo di over anta e quindi penso sia opportuno ricordare alcune regole fondamentali per riuscire – nonostante le preoccupazioni – a riposare correttamente.

  • Iniziamo dalla camera da letto che deve essere ben areata e soprattutto senza infiltrazioni di luce. Se questo   è impossibile, ( perché il marito legge o guarda la tv o perché le tapparelle lasciano passare la luce del lampione)  bisogna adottare una mascherina copri occhi.
  • In camera da letto il televisore dovrebbe essere bandito, perché le onde magnetiche , oltre ad essere dannose, impediscono il sonno . Se comunque lo tenete anche il questa stanza, ricordatevi di spegnerlo completamente una volta finito di vedere il programma, perché anche la formalità stand by mantiene attive le onde magnetiche. So che per molte persone alcuni programmi televisivi fungono da sonnifero e “da ninna nanna”, ma credetemi che non c’è niente di peggio che addormentarsi con la tv accesa perché il nostro cervello  cercherà – anche in fase di riposo – di captare quello che viene detto col risultato che il sonno sarà sicuramente disturbato. ( Per fortuna nel 90% dei casi sono gli uomini che vogliono la tv in camera da letto, le donne di solito preferiscono leggere e se sono abili riescono anche a convincere il marito a guardarla in salotto)
  • Il letto deve essere adatto all’altezza e alla corporatura perché ad esempio se è troppo piccolo e siete in due, dormire vicini vicini va bene per i primi tempi di matrimonio, ma col passare degli anni l’altro diventa un ostacolo fastidioso.
  • Anche il materasso è molto importante, quindi va scelto con cura e attenzione. Non deve essere troppo alto o troppo basso, può essere in lattice o a molle, ma – ammesso che esistano ancora – eviterei quelli in lana.
  • Infine il cuscino: ricordatevi che deve sostenere la testa, ma permettere anche il rilassamento del collo. Quindi no ai due cuscini, sì a uno solo ma non troppo basso oppure, ancora meglio soprattutto per chi soffre di cervicale , quello ergonomico.
Passiamo poi alle abitudini corrette per dormire bene:

  • andate a letto solo se e quando vi viene sonno. Coricarvi prima avrebbe solo il risultato di farvi innervosire perché il sonno non arriva
  • se vi è possibile cercate di mantenere sempre la stessa routine: bevete una tisana rilassante prima di coricarvi, fate una doccia o un bagno tiepido (evitate il bagno molto caldo che rilassa solo se avete i muscoli contratti, ma non facilita il sonno come si crede) , struccatevi e mettetevi una crema da notte sul viso con un lieve massaggio. Lo so che molte di voi a questo punto penseranno “ma io crollo appena entro in camera altro che routine!” e questo è vero, ma bisogna combattere questa abitudine perché so con certezza  (capita anche a me) che si crolla “svenute”, ma dopo un paio d’ore siamo sveglie come un grillo …

  • evitate di andare in palestra alla sera tardi. Il limite orario massimo sono le 18,30. Più tardi non si permette ai muscoli, alla testa e al corpo di eliminare lo sforzo fatto e la conseguenza si rifletterà sul sonno.

  • non abboffatevi , non saltate la cena, e non mangiate dopo le 20,30 . Andare a letto dopo una mangiatona  vi renderà difficile il prendere sonno, andarci  con la fame  potrebbe farvi svegliare nel cuore della notte con la voglia di fare uno spuntino (e relativo danno alla linea oltre che al risveglio) e cenare dopo le 20,30 comporterà un processo digestivo molto lungo  che potrebbe impedirvi di dormire bene. Fate vostro il vecchio detto “la mattina colazione da re, a pranzo da principe, a cena da povero”.

  • mangiate  frutta, pasta integrale, mandorle, tutti  alimenti che favoriscono il sonno.

  • prima di dormire evitate il caffè. So che per molte donne la caffeina fa un effetto contrario cioè favorisce il sonno, ma essendo una bevanda che stimola il sistema nervoso, sarà facile che si addormentino, ma poi si sveglino molte volte per notte. Lo stesso vale per l’alcool.

  • una volta a letto, fate uno sforzo che vi ricompenserà: cercate di cancellare dalla vostra mente tutto quello che la affolla: impegni del giorno dopo, preoccupazioni per quello che è successo nella giornata appena trascorsa, eventi negativi. Provate a concentrarvi su un’immagine di serenità (es campo di grano col vento, mare azzurro con sole..) e a rilassare muscolo dopo muscolo partendo dai piedi fino ad arrivare al collo. Lo so che è difficile, ma vi giuro che dà i suoi risultati.

Non posso garantirvi che seguendo queste regole dormirete come ghiri, ma sicuramente migliorerà la vostra qualità di sonno.

Nessun commento:

Posta un commento