martedì 11 marzo 2014

Come tenersi un uomo

Sono tantissimi gli errori che le donne fanno , soprattutto se hanno passato gli anta , quando voglio  tenersi un uomo . Tanta è l’ansia di non restare sole che fanno degli errori assolutamente banali, ma disastrosi.


Vediamo  quali sono questi errori e come rimediare:

  • Uno dei più tipici è quello di impedire al lui in questione di svolgere le attività sportive che preferisce, quando preferisce, con chi preferisce. Gli uomini sono come i bambini: amano fare le cose in gruppo, creare squadra, e lo sport oltre a dar loro questa possibilità permette anche una sana competizione che soddisfa il loro ego. Le donne hanno spesso il difetto di protestare, perché si sentono messe al secondo posto dopo lo sport preferito.      Il mio consiglio è quindi quello di far buon viso a cattiva sorte e alla prima occasione rendergli la pariglia. Mi spiego: se nel giorno del vostro compleanno lui va a fare una partita di tennis invece di stare con voi, non dite niente e non pensate nemmeno per un momento di fare la stessa cosa quando sarà il suo compleanno. Non se ne accorgerebbe nemmeno. Siate più sottili (e perfide, ma in amore e in guerra è tutto lecito): appena ha due linee di febbre e si mette a letto come se stesse per morire voi potrete dirgli con voce dolcissima “amore, vado a giocare a carte, ma ti sarò vicino col cuore e tengo il cellulare acceso” e poi sparite. Dopo un po’ di volte (non aspettatevi una comprensione immediata) capirà l’antifona.


  • L’altro errore è quello di creargli problemi/ostacoli/imbarazzi   negli impegni di lavoro. Se voi non lavorate ovviamente vi sarà difficile comprendere che se è in riunione non potete chiamarlo sul cellulare tre volte in un’ora per sapere cosa vuol mangiare la sera,  ma potete comunque evitarlo se vi segnate tutte le cose da chiedergli e fate un’unica telefonata, possibilmente alla segretaria, chiedendole di trasmettergli il messaggio. In questo modo eviterete di passare per assillanti. Se invece lavorate , ovviamente eviterete le chiamate inopportune, ma evitate anche di pretendere che lui rincasi alle 6 di sera perché voi a quell’ora avete già terminato il vostro lavoro.


  • Se non vi piacciono le persone che lui deve frequentare, non piantate un muso lungo un km ogni volta che le vedete, pensate invece che gli sono utili per portare a casa la pagnotta e sorridete. Ve ne sarà grato.


  • Pressare un uomo è come dirgli “vattene”: ad esempio se voi in un determinato orario della giornata siete libere o in pausa non è assolutamente automatico che lo sia anche lui, quindi non precipitatevi al telefono protestando perché vi risponde a monosillabi o non risponde affatto! Molto meglio mandargli un semplice e affettuoso sms: non è invadente e lui lo legge se e quando vuole.


  • Un ulteriore     errore è quello di impedirgli di frequentare il suo amico del cuore perché non vi piace , perché non vi piace sua moglie, perché non sopportate i suoi figli ecc. Ricordatevi che per un uomo l’amico del cuore è sacro (forse molto più che per le donne) e trovargli tutti i difetti del mondo non farà altro che farvi apparire come la brutta strega cattiva. Se non vi va  cercate di sopportarlo comunque (per difficile che sia soprattutto se vi gira per casa in continuazione o si presenta alle ore più impensate) e, anche qui, rendetegli la pariglia: trovatevi un’amica che si comporti allo stesso modo e imponetegliela. Anche in questo caso presto o tardi verrà a più miti consigli della serie “io non  faccio venire qui tutti i giorni lui e tu non fai venire tutti i giorni qui lei “ e il problema sarà risolto.


  • L’ultimo (per ora) errore è quello della gelosia incontrollata. Fare il muso appena lui guarda un’altra, frugare nelle sue tasche alla ricerca di prove di un tradimento, controllargli il telefonino, è un ottimo metodo per farci mollare. La cosa più giusta da fare , invece, è quella di creare complicità: se un’altra donna lo avvicina con chiare intenzioni seduttive– ad esempio durante una festa – non precipitatevi al suo fianco con le unghie di fuori e il ghigno sulla faccia: fate invece un bel sorriso e ditele “bello eh mio marito? Sono molto orgogliosa che tutte le donne lo cerchino”. Lui si sentirà apprezzato , non vi vedrà come la strega cattiva, ma come una complice e la possibile seduttrice capirà che una donna così sicura del suo uomo da accettare che altre “ci provino” manda un chiaro messaggio di non c’è trippa per gatto!


Quello che davvero non dovete mai dimenticare è che più lasci “briglia sciolta” a un uomo e più lui si attaccherà a voi, più accorcerete le briglie e più lui cercherà di scappare.



Nessun commento:

Posta un commento