lunedì 24 marzo 2014

Le scarpe non mi bastano mai!

Trovatemi una donna che non ami le scarpe…..e questo amore, col tempo, si solidifica sempre di più perché più passano gli anni e più è facile che le disponibilità economiche aumentino (e quindi l’acquisto di nuove scarpe) o se non aumentano, crescono però i negozi che vendono scarpe low cost, quindi la tentazione esiste e….poche le resistono!!

Un paio di scarpe, per una donna , possono essere l’elemento che “fa” un abito, non solo che lo completa. 

Per esempio, il solito semplice tubino nero portato con un paio di scarpe firmate e “scenose” o un paio di stivali ,cambia immediatamente faccia e può diventare , a scelta, un abito da sera o da giorno. 
Gli uomini non potranno mai capire – infatti ci giudicano degli UFO – il piacere che una donna prova quando entra in un negozio e prova un paio di scarpe. Sarà stupido, sarà banale, sarà ridicolo (e chi lo nega?) però, è  un momento sempre bellissimo!!!!!

Per quel che mi riguarda, uno dei migliori e più efficaci rimedi per curarsi da una delusione d’amore, o professionale, è comprarmi un nuovo paio di scarpe: la vita diventa , grazie a questo acquisto, immediatamente più rosea.
E che dire poi se invece di rimediare ad una delusione devo festeggiare qualcosa di bello?  Cosa c’è di più appagante che comprare un paio di sandali tacco 12 ?

Io credo che le scarpe comunichino  al mondo che tipo è la persona che le indossa e io voglio che la gente sappia chi sono....

Ad esempio, chi porta sempre i tacchi alti credo che tenda a volersi dimostrare sexy, femminile (non dimentichiamoci che il tacco alto dà un’andatura molto particolare alla camminata e agli uomini piace molto) e le usi come strumento di seduzione. Quelle invece che preferiscono le scarpe piatte, tipo le ballerine (che non so perché gli uomini detestano)  probabilmente sono sicure di sé stesse e danno più peso alla praticità che alla raffinatezza, senza per questo sentirsi meno attraenti.
Chi sceglie le scarpe un po’ “strane”, tipo quelle tutte borchie o lacci o piene di “brilli” sono certamente donne che non hanno paura, anzi!, di spiccare nel mucchio e le portano come fossero una bandiera di libertà dai giudizi delle altre donne (e degli uomini).
Poi ci sono le donne che amano le scarpe stringate e i mocassini: queste credo proprio che siano  persone che amano il classico, il bon ton, la comodità e le cose “conosciute” e solide. L’immagine che danno è proprio questa: “non ho grilli per la testa”, anche se poi i mocassini li mettono gialli!
Vorrei infine parlare delle amate/odiate zeppe: dico amate perché quando le indosso posso camminare per ore senza avere male ai piedi come con quelle col tacco a stiletto, e odiate perché, diciamocelo, proprio belle belle non sono.

E che dire dei colori? Io adoro le scarpe rosse, ma amo anche quelle verdi brillanti o bicolori, e poi amo quelle beige, quelle nere, quelle blu, quelle bianche e quelle grige. E quelle fiorate dove le mettiamo? Cioè le amo tutte, purchè siano scarpe!!!

Insomma io credo davvero che le scarpe si amano perché ci aiutano, ci fanno belle, ci rassicurano e, quindi , il loro numero non può avere un limite perché non si può mai sapere quando  potremo aver bisogno di quel determinato modello. Giusto?


Qualcuno ha scritto che se si potessero portare insieme due paia di scarpe le donne lo farebbero volentieri. Come ha ragione!!!

Nessun commento:

Posta un commento