martedì 25 marzo 2014

L’invidia, che brutta cosa!

Purtroppo il mondo è pieno di gente invidiosa , ma spesso chi è invidioso è anche molto abile nel nasconderlo quindi spesso le persone oggetto di invidia possono  confondere questo sentimento  con la gelosia, che è tutt’altra cosa.
L’invidioso  è cattivo, vuole il male degli altri, il geloso invece non è cattivo , soffre solo perché non è lui al centro dell’attenzione..
L’invidia è un sentimento strisciante, che porta a compiere azioni talvolta spregevoli e che non fa certo onore a chi la prova, ma è innegabile che esista e spesso  chi la prova soffre molto.

Ma perché si è invidiosi?

  • Perché si desidera avere quello che gli altri hanno e noi no
  • Perché si vuole che l’altro perda tutti i beni /privilegi che ha e dei quali noi non godiamo
  • Perché ci si sente svalutati nel confronto con gli altri 


Chi è invidioso di solito:

  • si sente meno fortunato degli altri
  • pensa che la maggior parte della gente che frequenta non sia degna di avere quello che ha
  • desidera con tutte le sue forze assomigliare il più possibile a qualcun altro che giudica migliore di lui
  • pensa che le persone ricche siano più felici di lui e totalmente senza problemi
  • è altamente competitivo e si arrabbia facilmente quando perde
  • appena viene  a conoscenza che un  amico ha ottenuto qualcosa (un premio, una vincita, un’eredità) di bello cerca in ogni modo di sminuirne l’importanza
  • pensa che le cose positive succedano solo agli altri
  • gode quando vede che qualcosa che appartiene ad un altro si rompe, si rovina, si perde

Di cosa si può essere  invidiose? sia di beni materiai che della popolarità carisma, amore, sicurezza, bellezza, intelligenza, degli altri.

Come rimediare?

  • Cercare di evitare di fare continui paragoni con chi ci circonda
  • Cercare di capire quali sono le cause per cui proviamo invidia e , una volta definite, rimetterle al loro giusto valore. Mi spiego: se proviamo invidia perché un’ amica ha una collana di diamanti e noi una semplice collanina d’oro , dobbiamo cercare di capire quali vantaggi avremmo se possedessimo la collana di diamanti. E’ un lavoro molto profondo da fare dentro di noi, perché se ci limitiamo a dire “sarei più ricca e sarei più bella”, non abbiamo fatto l’analisi accurata. Quello che dobbiamo capire è perché avere quella collana ci farebbe sentire meglio dentro. Se faremo un lavoro ben fatto scopriremo che abbiamo dei valori tutti nostri che superano di gran lunga il possesso di una collana preziosa.
  • Cercare di comprendere i percorsi che le persone che invidiamo hanno fatto per raggiungere quello che oggi è oggetto della nostra invidia. Probabilmente scopriremo che se lo sono sudato e niente è stato loro regalato come invece noi immaginiamo.
  • Metterci in testa che spesso siamo invidiose perché siamo insoddisfatte di noi stesse, quindi cerchiamo di arricchire la nostra esistenza con attività, interessi, persone che ci piacciono e che ci fanno sentire amate e apprezzate.
  • Chiarire con noi stesse che se una persona è più capace di noi non vuol dire che noi siamo cretine; se un’altra fa una vita più lussuosa, non è detto che noi siamo delle miserabili: semplicemente la nostra vita è diversa dalla sua e non sapremo mai se davvero la vita lussuosa dà anche la felicità.


Avete presente i Kennedy ? Avevano soldi e potere, ma quante disgrazie nella loro famiglia. Io non mi cambierei con una famiglia simile per tutto l’oro del mondo. Voi sì?



Nessun commento:

Posta un commento