venerdì 11 aprile 2014

Com’è la donna perfetta?

Credo sia un fatto universalmente riconosciuto che la donna perfetta sia rarissima e……..odiosa,  non perché si comporta come tale, ma perchè a noi comuni mortali che siamo piene di difetti e ben lontane dalla perfezione, dà un enorme fastidio (e, ammettiamolo anche un po’ di invidia) vedere la sua impeccabilità.

Non si sa  se è nata così o lo è diventata grazie ad anni di autocontrollo e di  pratica, ma qualunque sia la causa , il risultato non cambia: a lei riesce sempre tutto, ma proprio tutto , bene. 

E non solo: è anche caratterialmente stabile e affidabile, sa parlare bene, conosce le lingue, sa come si riceve, come ci si comporta in pubblico, come si fronteggia un’emergenza senza perdere la testa, come tenere viva una conversazione, come preparare una cena per 12  solo con gli avanzi della sera prima, come non farsi mai trovare impreparata dagli avvenimenti della vita.

I suoi capelli sono sempre lucenti e folti, il suo viso non mostra mai segni di stanchezza o inopportuni brufoli, i suoi denti sono l’orgoglio di qualsiasi dentista, le unghie sembrano quelle di una pubblicità per lo smalto, i vestiti le stanno  addosso senza mai fare una piega sbagliata neppure dopo aver passato mezza giornata guidando sotto il sole cocente (ma come diavolo farà mai???), la sua voce è ben calibrata, senza accenti né inflessioni, non le sfugge mai una parolaccia, nemmeno se le cade un martello sul piede, (al massimo fa un gridolino e dice ahi!), non ha un filo di grasso e mantiene tonico il suo corpo con regolari sedute in palestra, anche se lavora e ha mille cose da fare.  E’ sempre a suo agio in qualsiasi contesto e soprattutto sul lavoro  è sempre puntualissima ed efficiente.  L’incarnazione dell’eccellenza professionale.

Insomma, se esistesse  una così voi non la odiereste? Bene, sappiate che esiste. In pochi e rari esemplari, ma esiste! 
Nella mia vita ne ho incontrata una: non riuscivo in nessun modo a beccarla in flagrante errore, mai, eppure le ho fatto la posta per mesi! Niente da fare. Mi ero convinta che la sua inattaccabilità fosse un grande pregio e un modo sicuro per attirare uomini e amicizie e che avrei dovuto iniziare ad imitarla, quando , parlando con un comune amico, lui mi ha detto “sai, XY è davvero una donna meravigliosa sotto tutti gli aspetti, ma starle vicino significa non potersi mai lasciare andare  chessò a mettere i piedi sul tavolino perché ti senti immediatamente a disagio ….ed è  anche di una noia pazzesca!” Ovviamente dopo queste parole la mia decisione di imitarla si è immediatamente sciolta come neve al sole.

In effetti ci pensate cosa vuol dire vivere con una così? Come minimo vi provoca un complesso di inferiorità che nemmeno resuscitando Freud riuscireste ad eliminarlo…..e poi che barba !

Nella sua vita non c’è spazio per l‘errore, per la creatività, per l’improvvisazione. E’ tutto programmato al centesimo di secondo e tutto previsto, da uscire pazzi!

Ma volete mettere come invece è più stimolante, più piacevole e più divertente sia per un uomo che per gli amici avere a che fare con una donna che combina qualche pasticcio, che talvolta non è puntuale, che si dimentica di mettersi il rossetto, che magari fa anche qualche gaffe con il capo di suo marito, ma che sa ridere spontaneamente e non perché si è programmata a farlo a comando?

E che dire di una donna che ha dei sentimenti – negativi o positivi non importa – e li fa vedere senza nascondersi dietro falsi e cortesi atteggiamenti? Non siete d’accordo con me  che le persone con lei si sentiranno molto più a loro agio?

Quando parlo di donna perfetta, non so perché, ma mi viene in mente Carla Bruni, algida nella sua perfezione e tanto tanto tanto fredda e rigida e se  la paragono, per esempio,  a Michelle Obama , non altrettanto  bella e che magari non azzecca proprio il look giusto per le  sue uscite formali,  e fa il muso se becca il marito a guardare un’altra, voto assolutamente per la seconda!

Non sono così sicura che agli uomini piaccia la donna perfetta, prima di tutto perché -  ammesso e non concesso che ne incontrino una -  dovrebbero essere perfetti anche loro per starle alla pari e già questo mi pare praticamente impossibile, e poi perché , mi conforta che  anche  William Somerset Maugham, diceva  “ La perfezione ha un grave difetto: ha la tendenza ad essere noiosa.” E quale uomo, o comunque quale persona  vorrebbe una donna noiosa accanto?


Quindi, se vi siete riconosciute nel ritratto che ho fatto, datemi retta e cambiate velocemente registro: ridiventate umane, date spazio ai vostri sbagli, aprite le porte all’imperfezione e vedrete che ne guadagnerete in simpatia, notorietà e ammirazione, perché quella che avete avuto finora non era ammirazione era solo (molto probabilmente) timore di scalfirvi, come si fa con una bella statua, ma voi siete in carne e ossa , …………….o no?

Nessun commento:

Posta un commento