martedì 1 aprile 2014

Come si fa a vivere in positivo?

Di questi tempi vivere la nostra giornata in modo positivo non è certo una cosa semplice, perché il mondo sta andando a scatafascio,  sembra non ci siano più regole, ogni giorno qualcosa va male, i soldi mancano sempre, le Banche non fanno credito, le tasse ci massacrano e così via.

Eppure vi assicuro che è possibile, attenzione: non ho detto facile, ho detto possibile, il che significa che se vogliamo vivere in positivo, dobbiamo sforzarci di farlo perché automaticamente non avverrà mai.

Non  voglio passare per superficiale, so, per esperienza personale , che certi problemi sembrano  insormontabili, specialmente se riguardano la salute e il denaro, ma so anche che niente succede per caso e, da inguaribile ottimista qual sono, sono sicura che quello che oggi mi affanna e mi turba, domani mi porterà vantaggi. Vi faccio un esempio: quando sono stata lasciata dal mio primo marito ho sofferto come un cane. Stavo malissimo e pensavo che non ne sarei mai più uscita. Oggi mi rendo conto che è stato un ottimo affare per me il fatto che lui mi abbia lasciata perché altrimenti non avrei incontrato quello che oggi è il mio secondo, meraviglioso marito  con il quale sono ormai sposata da 24 anni!! Certo è stata dura e lunga, ma oggi mi dico che è valsa la pena aver  passato quello che ho passato.

Quindi come si fa a vivere positivo?  Vi do alcuni suggerimenti:

  • Imparate a riconoscere e gioire degli obiettivi (qualsiasi essi siano) che avete raggiunto. Non devono essere per forza grandi traguardi, bastano anche piccoli successi, ma ricordatevi che tanti piccoli esiti , messi insieme fanno un grande esito. E l'avete raggiunto voi.
  • Sfruttate il potere che vi da la fede in Dio (se siete credenti)  e la fede in voi stesse e nelle vostre capacità. Anche qui fate attenzione per favore: per capacità io non intendo “saper fare qualcosa manualmente o essere istruite", intendo capacità  caratteriali (ad esempio saper ascoltare, saper consigliare)
  • Amate le persone e aiutatele, capirete che non siete le sole ad avere problemi. So che il “mal comune mezzo gaudio” non serve a niente perché a noi interessa risolvere i nostri problemi e non farci carico o vedere quelli degli altri, ma spesso capita  che  ci accorgiamo che possiamo ridimensionare  quello che crediamo sia un nostro grosso problema rispetto a quello di qualcun altro, molto più pesante.

  • Continuate a perseguire i vostri obiettivi. Non mollate, mai. Imparerete che più lottate e più risolverete.

  • Siate disponibili (non a disposizione!) con tutti e tutti saranno disponibili con voi. Una mia amica , che si è sempre prodigata per i vicini, amici, conoscenti, quando ha aperto una sua attività commerciale, ha scoperto con grande piacere e un po’ di stupore che tutte le persone con cui aveva avuto contatti più o meno approfonditi, le hanno dato una mano: chi le ha dipinto (gratis) l’insegna, chi le ha pulito il locale, chi le ha distribuito i volantini promozionali. Non se l’ aspettava proprio tutta questa solidarietà eppure è stata la ricompensa di anni di gentilezza.
  • Non disperate se le cose continuano ad andare male nonostante i vostri sforzi: molti successi sono arrivati dopo molti fallimenti.

  • Cercate di trovare il lato positivo in ogni cosa che vi capita: lo so che è difficile e talvolta addirittura sembra impossibile, ma sono certa che se vi impegnate riuscirete a trovare una giustificazione a tutto. Certo ci vuole molta buona volontà e molta determinazione e soprattutto un carattere forte, ma le donne (tutte) sono fortissime quando lo vogliono. 



Soprattutto non dimenticate mai  che le persone più felici non sono quelle che hanno le cose migliori, ma sono quelle che ricavano  più soddisfazioni da tutto quello che si presenta e capita nella loro vita.


Nessun commento:

Posta un commento