martedì 15 aprile 2014

Come trovare l’anima gemella

A qualsiasi donna chiediate come fa a cercare l’anima gemella, vi risponderà che ha fatto di tutto per incontrare un uomo: da facebook  alla palestra, dalle lezioni di danza alla crociera, dalla scuola di cucina alle partite di golf, dalle feste  fino ai club per single, ma molto probabilmente senza molto successo, perché per una legge non scritta, voi potete cercare quanto volete, ma se il destino decide che l’uomo giusto per voi lo incontrerete tra 3 anni, potete anche fare degli attacchi tipo Ninja ad ogni uomo che vedete e vi piace, ma non sarà quello giusto.
Se invece smettete di cercare  , molto probabilmente  lo troverete quando meno lo avrete programmato.

Già perché nessuno lo dice mai apertamente , ma gli uomini sono dotati di una specie di radar attraverso il quale captano a distanza di chilometri se una donna sta cercando di accalappiarli e, ovviamente, si danno alla fuga.

Se , nonostante questo, volete comunque perseverare nella vostra ricerca e non aspettare che il destino si compia, devo dirvi che purtroppo non esistono formule consolidate che garantiscono il successo della ricerca, ma è anche vero che esistono molti single che probabilmente  sarebbero felici di incontravi, quindi vi do comunque qualche suggerimento, ammesso che siate davvero convinte di preferire una relazione stabile e duratura rispetto alla condizione di single.

Dovete:
  • impegnarvi a studiare e realizzare  una precisa strategia di conquista (studiate bene il terreno di caccia, decidete come presentarvi, come muovervi, in che tempi e a che condizioni)
  • aver ben presente il tipo di persona che vi piace (è impossibile che vi piaccia chiunque no? Quindi concentrate i vostri sforzi solo verso il tipo di uomo che corrisponde ai vostri desideri, ma non sperate che abbia tutto, siate flessibili)
  • imparare a sentirvi bellissime e fascinosissime anche se non siete dotate di un corpo da urlo e un viso da sballo (chi ha detto che solo le bellone trovano l’anima gemella?)
  • piantarla di adottare l’atteggiamento di quella che è alla disperata ricerca di un uomo per la vita
  • farvi presentare da amiche e parenti il più alto numero possibile  di loro amici (ma non passate tutte-le-sere-tutte chiedendo a destra e a manca di farvi fare nuove conoscenze, alla fine vi eviteranno invece di aiutarvi)
  • non aspettarsi di incontrare il Principe Azzurro al primo appuntamento che vi procurerà un’amica che cerca di aiutarvi: di solito è una delusione tremenda, quindi non scoraggiatevi e perseverate
  • tenere sempre ben presente la vostra unicità come persone: le vostre qualità e tutto quello che di positivo avete da offrire
  • cercare di capire  in ogni nuovo potenziale partner che  conoscerete quali sono le sue qualità più significative per voi  e non pretendere che sia perfetto (nessuno lo è, nemmeno voi)
  • Uscire in compagnia di  donne belle, evitarle non serve, mentre usare la loro bellezza per attirare sguardi anche su di voi è una strategia vincente (ovvio che però devono essere solo belle  , non anche stronze, altrimenti vi fregano)
  • imparare a riconoscere  i singles veri (non quelli che fanno finta di esserlo e poi all’ultimo momento tirano fuori la foto di moglie e figli) per non incappare in relazioni masochistiche



Detto tutto questo, vi consiglio infine di essere sempre ottimiste perché come scrive Cecilia Ahern nel suo “Scrivimi ancora” 2004  : “dopotutto le anime gemelle prima o poi si ritrovano”


Nessun commento:

Posta un commento