martedì 13 maggio 2014

Aiuto....sono in menopausa e….mi è venuta la pancia!!!

Qualche sera fa , durante una cena, mi sono ritrovata a parlare con alcune amiche sul problema menopausa e l’argomento principale non è stato – come si potrebbe magari immaginare – il fastidio di non essere più fertili o la percezione che entrare in  menopausa  significa che  si inizia ad invecchiare sul serio, la vera preoccupazione di tutte era..... la pancia!!!!

Avendo ormai superato questa fase posso parlarne con cognizione di causa e quello che ho detto alle mie amiche lo riporto quasi pari pari:

Purtroppo è un dato di fatto incontestabile: con l’approssimarsi della menopausa gli ormoni e il tono muscolare addominale diminuiscono e quindi ecco che l’odiata pancia inizia ad apparire.
I vestiti attillati segnano un gonfiore cui non eravamo abituate, il girovita si allarga e possono addirittura comparire le cosiddette “maniglie dell’amore”, che sono comunque sempre legate all’aumento dell'addome.

Ma non è solo colpa di estrogeni , tono ed età: molte volte è anche l’ansia che ci induce a incamerare più aria con il respiro, oppure diventiamo più golose (  a me è successo: da ragazza odiavo i dolci, entrata in menopausa sono diventata schiava del gelato e della panna), o, ancora,  la vita che facciamo (tutto il giorno sedute in ufficio per esempio) non aiuta certo il metabolismo ad essere attivo e le conseguenze…si vedono!

Che fare????????

  • Allora, prima di tutto dovete pensare che siete in una fase della vostra vita in cui il corpo cambia, così come è cambiato quando avete avuto le prime mestruazioni, per cui l’atteggiamento più importante è quello di accettare di non essere più come prima. Una delle amiche mi diceva che le erano anche cresciute le tette e le spalle, il che è altrettanto naturale della pancia, perché mentre da giovani  accumulavamo grasso  sulla parte bassa del fisico ,  in menopausa il  grasso  si deposita nella parte alta . (Sfortuna vuole che o in alto o in basso qualche rotolino di ciccia dobbiamo subircelo sempre!!!!) 

  • Accettata questa situazione, potete cercare di rimediare a questa seccatura, ma sappiate che non la eliminerete mai del tutto a meno di non ricorrere al chirurgo plastico. 

  • Guardate quante attrici over "anta"  hanno la pancetta e non la nascondono : se non si sentono complessate loro che sono fotografate ogni minuto e viste da tutti, perché dovreste vergognarvi voi di un cambiamento assolutamente fisiologico? ( e nemmeno poi così tragico!!!)

  • Cercate di muovervi, camminare molto, fare un po’ di sport ,ma soprattutto  non state gobbe (guardatevi allo specchio con le spalle rilassate: vi vedrete una pancia molle e pronunciata; poi tirate su le spalle, buttate in fuori le tette e guardatevi: la pancia si è notevolmente ridotta! Potenza della postura….). 

  • Potete provare con l’agopuntura: con me ha funzionato. Non mi ha fatto sparire la pancetta però l’ha mantenuta in forma direi accettabile… 

  • State attente all’alimentazione: se una volta potevate ingozzarvi di qualsiasi cosa senza mettere su un grammo di ciccia, adesso non è più così. Potete continuare ad essere magre, ma la pancetta l’avrete lo stesso, quindi fatevi consigliare da un dietologo su cosa mangiare e, soprattutto, cosa evitare.

  • Imparate a vestirvi: basta pantaloni a vita bassa  e gonne  attillate, basta vestiti fascianti ,basta  cinture strette in vita, basta bikini  :  meglio mettersi cose morbide, fluttuanti , alla  Armani, per intenderci e per il mare un’ottima soluzione può essere quella di adottare un costume intero oppure, ancora meglio ,un paio di boxer e un reggiseno (è un outfit chic e che nasconde bene) . Non è necessario iniziare ad infagottarsi, basta evitare di sottolineare quei punti che una volta erano il nostro orgoglio (il vitino da vespa per esempio) e che oggi sono diventati la nostra pena. Occhio non vede….cuore non duole.


Vista su una T shirt:  Non è pancia è un difetto della maglietta…


Nessun commento:

Posta un commento