lunedì 19 maggio 2014

Facevo l’AD e oggi sono una blogger......

E sì, chi l’avrebbe mai detto…..Alla mia età ho deciso di diventare una blogger mollando la mia posizione e affrontando una sfida totalmente nuova per me che non ho mai padroneggiato molto bene il pc… Per fortuna ho trovato un’anima pia (la web manager che mi seguiva il sito della mia società) che mi ha creato e impostato il blog…..

Devo dire onestamente che non pensavo che il passaggio da Amministratore Delegato a blogger sarebbe stato indolore e invece lo è stato e soprattutto ho scoperto che mi diverto molto.  

Forse perché ho iniziato a lavorare a 24 anni e non ho mai smesso con tutto lo stress che questo comporta, forse perché ad un certo punto, quando ho deciso di diventare imprenditrice le responsabilità si  sono ovviamente  moltiplicate, forse perché mi piace molto scrivere.... di forse ce ne sono un sacco e non mi sembra il caso di proseguire.

Sapete invece qual è la cosa più bella? Che non ho alcun rimpianto per la vita di prima. Non mi mancano certo le levatacce mattutine per prendere il treno per Roma delle 7 o le riunioni fiume per riuscire a convincere un cliente  o, ancora la gestione dei collaboratori .

L’altro giorno una mia amica mi ha detto “ma scusa eri in una posizione importante e ti metti a fare la blogger???” Beh io non ci trovo proprio niente di squalificante: perché mai una che era a capo di una società non può decidere di mandare tutti a quel paese e dedicarsi ad un’attività che le piace di più?

E non mi pare, da quello che ho visto in giro per la rete , che sia un’attività esclusivamente da giovani… E poi dove sta scritto che se una fa un certo lavoro poi non possa cambiare idea?  Ho 65 anni  e questa età mi permette di arrogarmi  il diritto – finalmente – di fare ciò che più mi aggrada, vedere solo chi mi piace, parlare solo con chi mi interessa, mangiare solo se ho fame, dormire solo se ho sonno: in una parola: sono libera ! (anche di fare anche la blogger).

Che bello! Mi dà una grande soddisfazione quando vedo che le persone leggono quello che scrivo, anche se ovviamente non ricavo alcun guadagno,(e non sono  tanto ricca da potermi permettere una vita senza preoccupazioni) ma la mia parte narcisistica ne gode. E siccome tante volte ho detto che non sono i soldi che danno la felicità, io ne sono la prova vivente.

Passo le mie ore al pc senza alcun obbligo, solo quando mi viene l’idea e posso farlo da casa mia invece di andare in ufficio tutti i santi giorni. Ma volete mettere? Certo, non lavorando più ho dovuto ridimensionare un po’ il mio tenore di vita, basta shopping più o meno compulsivo (le scarpe!!!!!!!!!), basta cene settimanali al ristorante (io cucino bene, quindi….), i capelli me li metto in piega da sola e vado dal parrucchiere solo per il taglio una volta al mese, pulisco casa senza più  aiuti, ma tutto questo non ha scalfito nemmeno di un pezzettino la mia decisione: oggi sono molto, ma molto più serena di prima, non so più cosa sia l’ansia e soprattutto trovo mille occasioni per sorridere ,tutte cose che prima non facevo.

Infine , sapete qual è la cosa che mi diverte di più in assoluto?  Quando conosco qualcuno di nuovo e non più giovanissimo  che mi chiede cosa faccio e alla mia risposta “sono una blogger” mi guarda stranito, come se dicessi “sono appena uscita dal manicomio”. 

L’espressione che fanno è impagabile e mi conferma che ho fatto la scelta giusta per vivere i miei prossimi anni con la capacità di ridere.



Nessun commento:

Posta un commento