mercoledì 21 maggio 2014

Tu non devi…

Vi ricordate quante volte da piccoline ci siamo sentite dire “non devi”? Sembrava (almeno per quanto mi riguarda) che la vita fosse un unico enorme continuo divieto. E mi accorgo con un certo disappunto che anche adesso le cose non sono poi cambiate così tanto. Ovvio che non ho più i genitori che me lo dicono, ma in compenso ci sono un sacco di divieti  non ovvii che arrivano da tutte le parti.
Ci avete mai fatto caso?

No? Allora ve ne elenco qualcuno:

tu non devi

  • evadere le tasse. Anche se la tua Azienda sta fallendo, anche se non hai più un soldo in tasca, anche se hai perso il lavoro….le tasse le devi pagare comunque. Tutto è soggetto a “canone” (dire tassa non è bello, canone invece sembra più un diritto) : acqua, luce, gas, auto, tv, conto in banca, telefono, cani, medicinali, tazzina di caffè, panino, bibita, e via dicendo. Manca solo quella sull’aria che respiriamo (ma arriverà statene certe).

  • essere felice. Sembra che il mondo complotti contro chi , nonostante tutto, riesce ad essere sereno. L’invidia la fa da padrona e chi vede un individuo che sorride, immediatamente si chiede “cos’avrà mai da essere così contento?” ed inizierà a fare le congetture più subdole.

  • ribellarti . Non importa se sei soggetto a soprusi di ogni genere, la società non ama chi  reagisce, mentre premia chi subisce e tace (così non rompe le scatole), a meno che non si tratti di un politico perchè allora  ha invece tutta la possibilità di strillare insulti e improperi .

  • dimostrarti disponibile. Se anche solo per una volta dici sì, stai certa che diventerà un’abitudine aspettarsi da te l’assoluto coinvolgimento e svolgimento di ogni compito.(troppa gente non sa la differenza tra  "disponibile" e "a disposizione")

  • dire che gli extra comunitari portano le malattie. Se lo affermi è perché sei razzista, ma è pur vero che mai come di questi tempi abbondano sintomatologie mai avute prima 

  • buttare il riso agli sposi. Moltissimi parroci vogliono essere pagati per la pulizia della passatoia dopo la cerimonia. (anche se di solito provvedono i piccioni a banchettare e pulire tutto)

  • ammalarti ed essere ricoverata d'urgenza. Gli ospedali sono talmente messi male che è meglio morire a casa propria.



Adamo era semplicemente un essere umano e questo spiega tutto. Non voleva la mela per amore della mela. La voleva soltanto perché era proibita. Lo sbaglio fu di non proibirgli il serpente, perché allora avrebbe mangiato il serpente. (Mark Twain

Nessun commento:

Posta un commento