giovedì 11 settembre 2014

Come fare per vedersi belle

Conosco un sacco di donne che non si vedono belle, anche se lo sono. Non sto ovviamente parlando delle superbelle, sto parlando delle persone normali che spesso, però si fanno dei complessi per alcuni difetti decisamente irrilevanti che ai loro occhi diventano invece giganti.
Mi rivolgo cioè a quelle donne che fanno continui confronti con le altre (dai quali confronti   - a loro giudizio - escono perdenti), che quando si guardano allo specchio vedono solo il loro seno troppo grosso o troppo piccolo, idem per l’altezza o per il naso , che di fronte a un complimento pensano immediatamente ad una presa in giro da parte di chi l’ha fatto.

Ovviamente è tutta una questione di autostima, ma dato che non voglio entrare nella parte psicologica del problema, mi limito a dare qualche suggerimento “da vecchia zia”.

Iniziamo col dire che  - a parte certe fortunate donne (poche) perfette – la donna bella in assoluto non esiste. Per convincercene basta guardare le attrici o le top model quando sono senza trucco e senza photoshop: la maggior parte di loro è a dir poco anonima.

In secondo luogo la bellezza è altamente soggettiva. A qualcuno piace la donna morbida, un altro non la può sopportare; a qualcuno piace la donna con la bocca carnosa, un altro la preferisce con la bocca sottile, a qualcuno piace la donna alta e troneggiante, a un altro piccola e fragile. Ce n’è per tutti i gusti. Ma la cosa che davvero dobbiamo imparare è che prima di tutto dobbiamo piacere a noi stesse, dobbiamo imparare a vederci belle.

Come si fa?

Davanti allo specchio, in modo totalmente impietoso, ma non crudele, facciamo un elenco di tutto quello che non ci piace , o meglio che ci pare brutto, del nostro fisico, tenendo sempre a mente che la perfezione non esiste. Fatto?

Allora passate all’azione domandandovi perché non vi piace quel particolare e quante altre persone hanno lo stesso vostro problema. Ad esempio, vi vedete il naso grosso? Molto probabilmente ce l’avete, ma altrettanto probabilmente voi lo vedete più grande di quello che è in realtà. In ogni caso, andate a cercare su internet quante donne famose (due per tutte: Cleopatra e Barbara Streisand) hanno il “nasone” eppure sono da sempre considerate belle.

Cindy Crawford ha sempre avuto un neo orrendo sul labbro superiore (tipo nonna Abelarda), ma è stata così brava nell’accettarlo lei per prima, da farlo diventare un segno di bellezza!!!!! Prendete spunto…

Secondo suggerimento: se una parte del vostro corpo non vi piace valorizzatene una che invece ritenete bella, ad esempio avete le gambe un po’ storte o grosse, ma dei capelli fluenti , folti e lucenti? Acconciateli in modo tale che lo sguardo degli altri si focalizzi sui capelli e non sulle gambe.

Terzo consiglio: smettetela di fissarvi  sui vostri  difetti, perché  esiste sempre qualche donna più bella di voi, soprattutto se più giovane; guardate quali sono invece i vostri pregi: siete intelligenti, colte, simpatiche, ironiche, sportive, sapete ascoltare, cucinate da Dio? E allora chissenefrega se siete sovrappeso o avete i capelli spenti. 

Vi faccio notare una cosa: l’uomo, per me, più affascinante del mondo (e cioè Sean Connery ) è sposato da secoli con una donna fisicamente orrenda: piccola, brutta, sgraziata. Eppure  non hanno mai divorziato e lui le è attaccatissimo, il che vuol dire che non tutti gli uomini sono stupidi e badano solo all’esteriorità, quindi perché dovreste farlo voi?

E’ vero che per piacere bisogna piacersi, ma è altrettanto vero che spesso noi donne siamo tragicamente portate a ingigantire ogni piccolo particolare fisico che secondo noi non corrisponde alla perfezione e questo è il nostro errore più comune e più grave.

Dunque signore mie, siate fiere di voi stesse, di quello che siete riuscite a conquistare nella vostra vita, di quello che pensate, di quello che sapete dare agli altri e non fatevi condizionare da quelli che – ricordate, spesso solo secondo voi lo sono – vi appaiono come difetti estetici.


Non scordatelo:  Non è bello ciò che è bello, è bello ciò che piace

Nessun commento:

Posta un commento