venerdì 17 ottobre 2014

Come comportarsi con gli uomini che rispondono sempre “dopo”

E’ un dato di fatto: gli uomini sono programmati per procrastinare le cose che gli chiediamo di fare. Sempre. Ovunque. Comunque.


Non ho ancora trovato una donna che mi dica che quando chiede al proprio compagno/marito/partner/fidanzato, insomma a quell’uomo che condivide la vita con lei, di fare una cosa, qualsiasi cosa, dallo spostare l’auto al fare una telefonata la risposta è sempre la stessa. "Dopo."

Ma il problema non è il fatto che  rimandino, il problema è che in realtà  non agiscono  proprio! E naturalmente tocca a noi rimediare.

Allora ho pensato di invitare tutte le donne a far leggere al proprio uomo quello che segue:

Tesoro, ti  chiedo: perché dopo? Perché non puoi farlo adesso, subito, quando te lo chiedo? Se te lo chiedo significa che vedo che hai tempo, non sono così scema da  pretendere che tu faccia una cosa mentre ne stai facendo un’altra!  Sono perfettamente in grado di capire che non sei capace di fare due cose nello stesso momento, così come se stai lavorando è ovvio che non pretendo che tu tagli il prato! Ma accidenti, quando per esempio  ti chiedo di spostare la tua auto perché blocca la mia e io devo uscire, perché non ti alzi da quel maledetto divano ,scolli gli occhi da quella maledetta tv, la pianti di sporcarmi il tavolino mettendoci sopra i tuoi piedi con le scarpe piene di fango e LA SPOSTI????  Ma soprattutto, perché a “domanda-risponde” mi dici “DOPO”???????? Dopo quando? Tra un’ora, un giorno, un mese, un anno? E io devo aspettare il giorno del mai per poter prendere la mia auto?
E se iniziassi io a risponderti allo stesso modo quando mi dici “è pronto in tavola”? oppure “mi stiri la camicia”? Perché anch’io, sai potrei risponderti con la stessa parola, ma non lo faccio, perché se non ne ho voglia te lo dico, se non ho tempo idem, se non sono capace, altrettanto. Io non mi nascondo dietro un vago “dopo” , perché tu si? Perché secondo te non è mai il momento giusto per fare quello di cui ho bisogno, ma se lo fai  tu bisogna scattare, perché altrimenti mi dai della lumaca ?
Lo so, potresti rispondermi che hai davvero intenzione di farlo solo che non puoi adesso, ma caro mio, non te l’ha mai detto nessuno che di buone intenzioni è lastricato l’inferno? Non sei credente? Chissenefrega, diciamo allora che di buone intenzioni è lastricata piazza Duomo! Il risultato è che le cose tu non le fai mai quando servono a me. Vuoi un esempio pratico? Ospiti a cena. Mancano 15 minuti al loro arrivo. Bisogna andare in cantina a prendere il vino , aprirlo e farlo respirare. Te lo chiedo e tu cosa rispondi? “dopo…” e continui tranquillo e beato a guardare il TG, mentre io mi affanno a verificare che sia tutto pronto. Quindi gli ospiti arrivano, si siedono a tavola e….guarda un po’, il vino non c’è!!  E la cosa peggiore non è che non c’è perché non sei andato in cantina, non ce n’è proprio più e se tu fossi sceso quando te l’ho chiesto, avresti fatto in tempo a correre dal droghiere all’angolo a comprarne due bottiglie!!! Capisci perché il tuo dopo mi fa saltare il nervo?  E credimi di episodi così potrei raccontartene a migliaia, ma so che è inutile perché mi diresti “ti ascolto dopo”!!!!
Dici che ti sfinisco? Dici che non ti do tregua? Dici  che sono insopportabile ? E io ti rispondo: non ti dò tregua perché se non ti mordo le caviglie tu non ti schiodi, se non ti minaccio di morte lenta e dolorosa tu eviti di aiutarmi, se faccio la carina  tu ne approfitti immediatamente per condirmi via col tuo solito “dopo”.
Quindi propongo un patto: ogni volta che mi dirai quella maledetta parolina, verserai 10 euro nel mio  salvadanaio e il frutto di questa “multa”  sarà solo ed esclusivamente mio. Per quel che riguarda me prometto di chiedere aiuto al vicino belloccio, giovane e prestante (sai quello che mi fa gli occhi dolci ogni volta che ci incontriamo per le scale? Sì proprio lui che – al contrario di quanto affermi tu -  non è affatto gay  e sarà ben felice (come me del resto) di darmi una mano subito e non dopo.
Che ne pensi amore mio?



Le persone che ritardano l'azione fino a che tutti i fattori siano favorevoli non fanno nulla.”






Nessun commento:

Posta un commento