lunedì 13 ottobre 2014

Come fare per sedurre un uomo (dopo gli "anta")

Argomento che spero interessante  perché ci sono cose che quando sei giovane puoi fare, ma quando hai passato gli “anta” no.
Quello che voglio dire è che dopo i 40 anni non possiamo perdere la faccia buttandoci come delle assatanate sull’uomo che vogliamo conquistare , è molto meglio invece giocare sulla seduzione lenta, che magari sarà un po’ meno immediata in termini di risultato positivo, ma almeno avremo il tempo di capire se stiamo prendendo una cantonata oppure se vale la pena continuare.
Inoltre spesso gli uomini over 40 (intendo quelli seri, che sono attratti dalle coetanee  non quelli che  cercano le ragazzine ) si spaventano davanti a una donna che si dimostra aggressiva e dominante nel momento del  primo approccio , quindi è meglio lasciarsi scoprire un po’ per volta: il mistero ha una gran potere di seduzione sugli uomini.


Prima di iniziare con i consigli lasciatemi dire che dovete divertirvi  ad imparare a  sedurre, non prendetelo come un lavoro, un obiettivo, un dovere: più sarete spontanee e permetterete alla vostra parte "civetta" (tutte le donne ce l'hanno) di venir fuori, più avrete risultati positivi.

Iniziamo: 

  • sembrerà una stupidaggine, ma molte donne tendono a parlare a voce troppo alta e questo infastidisce gli uomini. Quindi esercitatevi  a mantenere un tono di voce basso, suadente che non urti le orecchie di chi ci sta vicino. Potete essere più belle di Monica Bellucci ma se avete una voce da coyote, molto del vostro fascino ne soffrirà.

  • Non date importanza al vostro fisico. No,  non sto dicendo una cretinata, è vero. Se voi per prime non amate le vostre cosce, il vostro naso o i vostri fianchi,  come potrebbero amarli gli altri? Inoltre se avete qualche complesso circa un vostro “difetto” inconsciamente lo metterete in evidenza e magari il lui che desiderate non se ne era neppure accorto…… Le donne hanno delle manie che sono  (a parere degli uomini) del tutto ingiustificate. La cellulite per esempio. Se una donna vede un’altra in costume da bagno, la prima cosa che noterà sarà la cellulite di quest’ultima. Se un uomo vede una donna in costume da bagno l’ultima cosa che noterà sarà la cellulite! Ho le prove. Per sedurre non serve esserre belle (anche se ovviamente aiuta), per sedurre ci vuole prima di tutto cervello. E qui sento già le parole di qualcuna che dice “e come la mettiamo con le “oche”? . Cioè quelle che, pur non vantando una grande intelligenza,  riescono a conquistare un uomo in 5 secondi?  Rispondo: ci sono due tipi di reazione maschile di fronte alla donna oca: a) la reazione di quelli che hanno insito il concetto “io tarzan tu Jane” nei quali quindi   scatta  un immediato senso di protezione, per cui ne vengono conquistati all’istante , ma dopo qualche mese (e sono buona)  mollano tutto e scappano  e b) la reazione di quelli che non ci cascano per niente perchè  non sopportano di avere accanto una donna  bella, ma idiota.  La maggior parte appartiene alla seconda categoria, quindi puntate sui vostri pregi e non curatevi dei   – secondo voi  –vostri  difetti fisici.

  • Non fate gli zerbini. Ci sono molte donne che pur di accaparrarsi un uomo si comportano fin dal primo incontro come se lui fosse Dio e loro delle povere tapine: tutto quello che lui dice è oro colato, quello che fa è perfetto, quello che vuole subito procurato o fatto, che si mettono letteralmente al loro servizio pensando così di dimostrare di essere la compagna ideale  mettendo lui  su un piedistallo. Non va bene affatto. Forse inizialmente si sentirà gratificato, ma nel giro di breve tempo si stuferà di voi, perché a nessuno piace avere una specie di palla al piede appiccicaticcia e debole che lo ringrazia ogni minuto perché le presta attenzione! Gli uomini vogliono donne indipendenti, non donne che pendono dalle loro labbra e non hanno alcuna capacità decisionale autonoma. .  Detto questo appare facile capire come è meglio evitare di fare le ancelle e far invece capire fin dal primo momento in cui approcciamo l’uomo che ci interessa che abbiamo una nostra personalità ben definita, i nostri interessi, le nostre abitudini. Indubbiamente lo ritenete una persona  interessante, se avete deciso di “provarci” con lui, ma ricordatevi che al mondo ci sono milioni di altri uomini uguali o migliori e lui non è quindi l’unico sulla terra.  Questa consapevolezza ci porterà di certo a una maggior sicurezza in voi stesse e ad evitare atteggiamenti di sudditanza. (che non portano mai a qualcosa di buono)

  • Fategli capire che siete dolci e  comprensive, ma non pronte a giustificare  tutto, perché per voi sono importanti  anche le vostre necessità; voglio dire che non dovete neppure pensare lontanamente a sminuirvi   davanti ai suoi occhi, perdereste qualsiasi potere di seduzione in un nano secondo . Evitate di cambiare le vostre abitudini e i vostri desideri solo per far contento lui, non cambiate i vostri orari, le vostre abitudini, i vostri amici.  La vostra vita non deve essere stravolta solo perché vi siete conosciuti e piaciuti: libertà reciproca e rispetto l’uno dell’altro  innanzitutto! Quindi dimostrategli che sapete vivere benissimo da sole con i vostri interessi e amici  senza stare per ore in ansiosa attesa che lui vi chiami o vi inviti fuori.

  • Ricordatevi che agli uomini piacciono le donne in gamba, con le quali poter parlare di tutto, potersi anche confrontare,  che sanno  dare un consiglio giusto al momento giusto ed  essere di sostegno in un eventuale momento del bisogno. Molte donne sono convinte che gli uomini  siano lontani anni luce da queste esigenze e che invece cerchino solo sesso o comunque  il “prima ti faccio mia  e  poi si vedrà  e che  quindi l’atteggiamento  da  “ mio caro non puoi immaginare   cosa so fare a letto!!” sia premiante. Beh posso dirvi che non è così :   se saprete adottare una corretta strategia seduttiva  e poco aggressiva  sicuramente non vi considereranno mai una da “una botta e via”, bensì una da prendere sul serio (il che non significa che vi sposeranno il giorno dopo, voglio solo dire che vi considereranno  più seriamente  se anche loro sentiranno di essere attratti dall’idea  di una possibile relazione)

  • E visto che sto parlando di sesso, vi ribadisco  di non usare mai questo espediente per conquistare un uomo. Se lo fate, il risultato sarà che ve lo porterete a letto per una sera e poi puff, scomparirà dalla vostra vita. Il sesso va fatto sognare, immaginare, percepire,, vagheggiare, desiderare,  ipotizzare il più a lungo possibile dando segnali apparentemente inequivocabili, per  poi smentirsi subito dopo. In questo modo lui non capirà più un accidente e il suo istinto di cacciatore si risveglierà immediatamente portandolo ad avere grande interesse per voi.

  • Non fingete di essere quello che non siete. Gli uomini non sono scemi, capiscono benissimo se siete una donna fatale , sicura di sé, che sa di valere  o solo una che finge di esserlo. Siate sempre voi stesse perché potreste ritrovarvi in serie difficoltà quando verrà fuori (perché viene sempre fuori) il vostro vero carattere.
  • Non stategli addosso come una cozza. Chiamarlo al telefono ogni ora “per sentire la tua voce che mi piace così tanto”, pretendere che passi tutto il suo tempo libero con voi, chiedergli di presentarvi tutti i suoi amici e, una volta che l’ha fatto dirgli “sono piaciuta? Cosa ti hanno detto di me?”, andare a casa sua e riordinargliela (aaarghhhhhh !!!) per far vedere quanto brave siete ad accudirlo (in questo particolare caso rischiate  che vi chieda di assumervi come colf) ,cercare di convincerlo a iscriversi al vostro circolo di tennis lasciando il suo così potete giocare più spesso insieme, tentare di diventare amica della sua segretaria in modo da avere un’alleata che tifa per voi,  sono tutte cose che limitano la sua libertà  che non sarà mai disposto a barattare solo  perché vi piacete. Tenetelo ben presente.

  • Le prime volte che uscite insieme evitate di coinvolgerlo totalmente  nella vostra vita raccontandogli tutto il vostro passato,  i vostri precedenti amori, i dettagli del vostro lavoro, l’elenco completo di pregi e difetti dei vostri amici e parenti, tutto questo perché volete che lui non solo possa conoscervi meglio, ma anche fare altrettanto con voi!  Questo è un comportamento che solo le donne adottano. Gli uomini non raccontano niente, stanno ad ascoltare e, se vi comportate così, dopo due ore di “martellamento” non stop lui penserà che siete davvero una che non sta mai zitta, che non sa ascoltare e per di più pure rompiscatole, altro che seduzione!!!!
  • Non paragonatelo assolutamente mai  (nemmeno se lo fate apparire vincente) ai vostri ex.  Non va bene né dire “ eh sì XY era un gran bell’uomo, per questo ci sono cascata” ,  e neppure  tu sì che ti intendi di vino, il mio ex non capiva un’acca” . Anche se siete single da molto tempo e lui sa che la vostra ultima relazione sentimentale risale all’età della pietra , un ex resta sempre comunque un fantasma presente -  dato che ne parlate -  e la vostra “preda”  potrebbe anche pensare che se fate paragoni è perché avete ancora in mente l’altro il che ovviamente non giova alla predisposizione del possibile compagno a diventare il vostro  partner  fisso..

  • Un metodo di sicura seduzione è poi quello di farlo ridere (cosa che poi vale anche per noi) . Con questo non intendo dire che dovete  sparare barzellette a raffica, né raccontare senza sosta episodi buffi, intendo dire che gli uomini apprezzano molto le donne con senso dell’umorismo, capaci  di evitare ogni tipo di lagna, in grado di sdrammatizzare una situazione  con una battuta, che si dimostrano allegre e ottimiste ed evitano di piangere sulla spalla del primo uomo che capita sotto le loro sgrinfie, convinte di apparire fragili e inermi. In questo caso appaiono solo noiose e pedanti.

  • Infine un ultimo suggerimento: al primo incontro a due  non inondatevi di profumo (potrebbe essere allergico), convinte così di “lasciare il segno”: come fate a sapere che usate un profumo che gli piace? E poi, come sempre, il troppo stroppia  quindi  non vestitevi come se andaste alla prima della Scala. La semplicità nel vestire  vi permetterà molto più facilmente di avere successo nella vostra conquista.


Non è abbastanza conquistare, si deve imparare a sedurre. Voltaire



2 commenti:

  1. Se io fossi una donna, ancor prima di capire "come conquistare un uomo", mi chiederei: "quale uomo intendo conquistare? Uno qualunque, oppure un tipo determinato?". E, ancor prima, mi chiederei: "di quale uomo credo di avere bisogno?" e "di quale uomo ho effettivamente bisogno?". Perché, ancor oggi, molte donne mi paiono faticare non poco a strutturare una propria personalità, in bilico tra il retaggio della famiglia ultra-tradizionale (voglia di farsi mantenere da un uomo, mascherata dall'alibi dell'amore per la maternità e per la cucina), la tentazione di imitare i peggiori modelli maschili (mitizzazione dell'indipendenza economica, aggressività e competitività), e i modelli subdolamente instillati dai mass media (culto dell'immagine e trasgressività). Inoltre, sotto un profilo meno sociologico e più psicologico, troppe donne mi paiono ancora vittime della sindrome del "io ti salverò" e scelgono uomini emotivamente assai rozzi. Ma 3 consigli, come dire, in positivo mi sento di darli; consigli apparentemente rivolti alla gestione della fase successiva a quella della "conquista" ma, in realtà, altrettanto applicabili alla fase del corteggiamento: 1) molti maschietti (specialmente i più giovani) sono letteralmente terrorizzati dall'aggressività (anche sessuale) delle donne (specialmente di quelle più giovani (ma, per orgoglio machista, non lo confesseranno mai...) 2) i maschietti hanno una repulsione istintiva verso le donne prive di senso dell'umorismo ed ironia o addirittura permalose, ma questo le donne, incomprensibilmente, o non lo capiscono o fanno finta di non capirlo (eppure, è uno dei motivi più ricorrenti di incrinatura del rapporto) 3) le donne più mature, meno giovani, sono spesso clamorosamente incapaci di espansività ed affettuosità (e, mi si consenta, anche di iniziativa sessuale, sia pur sobria) e non comprendono quanto queste carenze contribuiscano a rompere spesso irreversibilmente la sintonia di coppia e, quando esse donne sono poste esplicitamente dinanzi a questo problema, inspiegabilmente tendono a confondere l'espansività e l'affettività con la disinibizione sessuale.
    Quindi, in sintesi:
    - più ironia (ed autoironia!),
    - meno aggressività,
    - più espansività ed affettuosità.
    P. S.: rifuggite sempre dall'orrendo esemplare dell'uomo dal calzino bianco!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. caro amico, tutto giusto (infatti se legge bele il post alcune cose le ho scritte anch'io) soprattutto il calzino bianco...altrimenti detto "pedalino", ma mi lasci dire una cosa: le donne non si fanno tutte le domande che lei descrive in apertura del suo commento. Le donne vedono un uomo e da qual momento decidono se conquistarlo o no. Punto. Diverso se invece cercano un uomo per la vita, allora forse , ma solo forse, si fanno qualche domanda in più, prima di iniziare a frequentarne uno. La conquista è strategia sì, ma non pianificazione: anche se lei è un uomo sono certa che capisce la differenza... Alla prossima!

      Elimina