mercoledì 19 novembre 2014

Che tipo di uomo vorresti?

 Anche se abbiamo un’unione felice, ogni tanto capita, tra donne, di discutere di come ci piacerebbe fosse un eventuale nuovo compagno, così, solo per fantasticare.

Queste sono le tipologie  emerse dopo una discussione “salottiera” tra donne over anta sui tipi di uomo più “gettonati” . Tali descrizioni sono però commentate , da parte mia, da una valutazione anche dei “possibili lati negativi” di ognuno.

Buona lettura!

L’uomo bello (detto anche piacione). Avere un uomo bello di fianco, secondo molte donne, le fa sentire speciali perché pensano “se un uomo così bello è mio, vuol dire che ho qualcosa di più delle altre”. Opinione che può essere tranquillamente condivisa, MA attenzione! L’uomo bello il più delle volte è anche un grande narcisista , che vuole essere continuamente ammirato ( e non solo dalla legittima compagna) , che ha una specie di adorazione e venerazione per il proprio corpo e alla lunga può diventare un po’ pesantino…soprattutto quando ci si ritrova a litigare per l’uso dello specchio del bagno….

L’uomo colto. E’ piacevole averlo accanto perché con lui si possono imparare molte cose, discutere, confrontarsi, MA attenzione! In genere chi ha un’ottima cultura tende sempre un po’ a pontificare, a fare il professorino e dopo un po’ il rischio è quello di farci sentire delle ignoranti patentate anche se abbiamo due lauree!

L’uomo molto  intelligente. Chi non lo vorrebbe accanto? Questo tipo di uomo  è sempre all’altezza, in ogni situazione, sa calibrare i propri interventi , sa dosare pregi e difetti, MA attenzione! Di solito queste virtù le tira fuori solo sul lavoro o quando è in compagnia. A tu per tu, spessissimo sembra totalmente diverso tanto che talvolta siamo costretta a chiedergli “hai capito?” (in realtà non ha ascoltato, perché ben poco interessato ad argomenti “banali” tipo portare l’auto dal carrozziere o andare dal commercialista…)

L’uomo cavaliere. Apre la portiera dell’auto, manda fiori per compleanni e anniversari, ti versa il vino a tavola, dice “grazie” e “è un piacere”, abbassa sempre la tavoletta del wc, è sempre perfettamente educato MA attenzione! A lungo andare il rapporto di coppia potrebbe diventare una specie di  minuetto, dove la spontaneità non esiste più.

L’uomo romantico. Il sogno di ogni donna!  Uno che invece di portarti al ristorante ti sa cucinare una cenetta a casa a lume di candela, che è capace di sorprenderti ricordandosi cose di te che magari gli hai raccontato due anni fa, che ti viene a prendere sotto l’ufficio perché piove e sa che sei senza ombrello, che magari , prima di uscire, ti lascia pure dei bigliettini d’amore in giro per la casa. Stupendo vero? MA attenzione! Troppo miele a lungo stufa. Il rischio con un uomo romantico è quello di ritrovarci ad essere noi il maschio decisionista della situazione, perché lui è tutto preso a contemplare le stelle!
  
L’uomo sicuro di sé. E’ quello che sa sempre assumersi le proprie responsabilità, che non tentenna mai, che  sa quello che vuole e come ottenerlo, che è capace di decidere senza esitazioni .Molto tranquillizzante, MA attenzione! Con uno così si può rischiare di diventare degli zerbini, senza alcuna possibilità di esprimere la propria opinione.

L’uomo ricco.  E’ quello che non si fa mancare niente, che è in grado di soddisfare tutti i capricci di una donna, che frequenta il bel mondo e la ricchezza piace a tutte le donne, perché dà sicurezza e possibilità di spendere senza farsi problemi e di godere la possibilità di frequentare luoghi esclusivi. MA attenzione! Non sempre l’uomo ricco è anche generoso, e non scordiamoci il fatto che è lui a essere ricco e non noi…una bella differenza….

L’uomo fantasioso. E’ galante, simpatico, creativo, con mille idee e progetti sempre pronti. E’ capace di farti sentire al centro del mondo perché inventa , per te, le situazioni più insolite e inconsuete. Con lui non ci si annoia mai, MA attenzione! Dopo un po’ ci potremmo accorgere che prende sempre tutto molto alla leggera, come se fosse un eterno gioco e la vita, purtroppo non è un gioco.

L’uomo divertente. Sa come si fa a far ridere una donna, impresa tutt’altro che semplice, ma sempre efficace (ricordate cosa diceva  il cartoon di Jessica Rabbit quando le chiedevano perché lei, così bella aveva sposato un coniglio?  “perché mi fa ridere” rispondeva) .MA attenzione! Può succedere che a forza di sentire battute, barzellette, prese in giro ci si accorga che la serietà (e quando ci vuole ci vuole)  non è nelle corde di quest’uomo e quindi forse è meglio averlo come amico che non come marito/fidanzato/compagno.

L’uomo intellettuale . Per lui che si tratti di musica, film, teatro, Tv, libri, deve essere sempre tutto serio e profondo. Non c’è spazio per la presa in giro, per lo scherzo, per la leggerezza. Indubbiamente coinvolgente e affascinante, MA attenzione! Dopo qualche mese….la noia  potrebbe farla da padrone  nella coppia!

L’uomo protettivo. Sa intervenire sempre al momento giusto per farci sentire sicure e tranquille, ascolta davvero e non per finta, capisce i nostri bisogni e, se ci vede ansiose o preoccupate, fa in modo di trovare una soluzione che ci tranquillizzi. Con lui non si deve più pensare a niente. MA attenzione! Si rischia anche di perdere totalmente la nostra autonomia perché convinto di proteggerci, limiterà tutti i nostri movimenti (e non solo quelli)

L’uomo sportivo. Fisco tonico, braccia muscolose, quasi tutti gli sport non hanno segreti per lui, oppure ne fa uno solo, ma ne è completamente coinvolto. Piacevole seguirlo perché lo sport fa bene anche a noi e perché è bello vedere le competizioni, MA attenzione! Potrebbe coinvolgervi in tali e tante imprese che dopo un paio di mesi non vedreste l’ora di fare una bella cura del sonno per riprendervi dalla fatica.


Quelli che chiamate uomini talvolta sono soltanto bambini alti.  
Geppi Cucciari



3 commenti:

  1. Io sono un insieme di tutte queste caratteristiche. Manca solo la modestia. Roberto Castiglioni.

    RispondiElimina
  2. Modestamente se fossi donna vorrei uno come me...Roberto Castiglioni.

    RispondiElimina
  3. Daria cara.... con tutti questi "MA attenzione" non fai altro che rafforzare la mia idea, ovvero che uomo e donna non sono nati per stare sotto lo stesso tetto. Meglio un sano rapporto di convivenza con letti separati, in case separate, in città separate..... :-)

    RispondiElimina