venerdì 14 novembre 2014

Come farsi un amante con (poco) rischio

E’ inutile che ci nascondiamo dietro a un dito: ormai il tradimento non è più solo appannaggio degli uomini, oggi anche le donne lo fanno.

Prima di addentrarmi nell’argomento però vorrei specificare che  sono convinta che le motivazioni che le portano a questa decisione siano comunque  piuttosto diverse da quelle che spingono gli uomini. 

Una donna, se tradisce, lo fa perché le manca qualcosa, perché si sente trascurata, perché si sente sola, perché vuole vendicarsi rendendo pan per focaccia al proprio compagno che l’ha tradita. 
Molto difficilmente – anche se naturalmente capita – va a letto col primo che passa per pura e sola libidine. L’uomo invece può tranquillamente avere una relazione extraconiugale senza per questo avere la minima intenzione di intaccare il rapporto di coppia.

Non voglio assolutamente entrare nel merito del giudizio “sul giusto/sbagliato farsi un amante”, né tantomeno spingervi a farlo, voglio soltanto dare qualche dritta, perché – inutile negarlo – essendo stata nel passato oggetto di corna, non sono certo stata a guardare e anch’io ho avuto modo di vendicarmi dei miei fidanzati fedifraghi quindi ho elaborato alcune strategie che oggi non mi servono più, ma che a voi magari possono tornare utili.

Prima di passare alle “istruzioni per l’uso”, fate una piccola riflessione su questi due punti: 
  • prendete atto che se verrete scoperte procurerete un dolore enorme al vostro partner, quindi chiedetevi e rispondetevi sinceramente:" ne vale davvero la pena?"

  • siete sicure di poter sopportare di diventare delle bugiarde, sentirvi costantemente in colpa, fregarvene del fatto che state prendendo in giro l’uomo con cui  condividete la vita?

Se la risposta è affermativa ad entrambi i punti allora possiamo cominciare con l’elenco delle regole da seguire per il “tradimento quasi perfetto” (scrivo quasi perché si sa, il diavolo fa le pentole , ma non i coperchi e l’imprevisto può sempre accadere)

  • Preferite un amante sposato a uno single. In questo modo entrambi avrete impegni di famiglia e nessuno dei due potrà accampare diritti sull’altro o rompere le scatole nei momenti meno opportuni.

  • Evitate, per quanto possibile, di mettere in piedi una “tresca”  con un  amico di vostro marito. Ci sono tanti uomini sulla piazza, perché umiliarlo andando  con uno che lo conosce?

  • Cercate, per i vostri incontri segreti, un posto che non sia casa vostra. Questo vale anche se vostro marito è all’estero per lavoro. A parte il fattore “buon gusto” (va bene tutto, ma proprio nel letto coniugale  no!) potrebbe anche accadere che il vostro coniuge rientri in anticipo senza avvisarvi….. Una buona precauzione , se proprio non avete altra scelta che casa vostra, è quella di chiamare vostro marito al telefono fisso (NON al cellulare!!!) del posto nella città in cui si dovrebbe trovare e sentire la sua viva voce che vi conferma che è a chilometri di distanza. Solo così potete essere sicure che non ci saranno improvvisate sgradite. Se non vi è possibile, evitate di usare la vostra  casa  come nido d’amore…

  • Allacciandomi a quanto detto al punto precedente, è indispensabile che sappiate rinunciare a qualche occasione di incontro se non avete l’assoluta, massima certezza che non ci saranno sorprese di sorta. Ad esempio se vi siete date appuntamento con il vostro amante  ad una certa ora del pomeriggio, avete detto a vostro marito che uscite per fare una commissione  e, casualità vuole, lui  vi propone del tutto inaspettatamente di uscire con voi, non  rifiutate. La precedenza va data al legittimo consorte.  Cercate di avvisare in qualche modo la persona che vi aspetta, ma se non potete farlo, fategli il bidone e poi , in un’altra occasione gli spiegherete il motivo (se non è cretino comunque lo immaginerà  da solo non vedendovi arrivare) .

  • Ricordatevi anche che non dovete andare con il nuovo lui in nessun posto dove vi conoscono o potrebbero conoscervi anche se voi non lo sapete: assicuratevi quindi  di non essere viste da amici, parenti, vicini di casa, colleghi ,negozianti, ristoratori  cioè da tutte quelle persone che innocentemente  potrebbero mettervi , con le loro parole, in situazioni imbarazzanti. (es. il barista che vi vede passare con vostro marito e vi dice “signora volete un altro caffè col cioccolato come quello di ieri?” e voi avete detto che siete state in casa tutto il giorno…)

  • Attente alle telecamere! Non dico quelle di sicurezza, dico proprio quelle della TV. Una mia amica è stata scoperta in flagrante tradimento (abbracciata tipo polipo  a un altro uomo mentre scendeva da un treno che non avrebbe avuto motivo di prendere)  perché c’era una troupe televisiva che stava facendo un servizio sulla stazione ferroviaria (ma tu guarda la sfiga!!!) e l’ha ripresa senza che lei se ne accorgesse, tutta presa com’era dal suo nuovo amore. Il marito ha visto il servizio in Tv e le conseguenze ve le lascio immaginare
  • Quindi se viaggiate, state attente a chi fa foto, video ecc.  non scordatevi che oggi con You Tube tutti possono essere dei cameramen e pubblicare quello che vogliono..

  • Anche qui mi allaccio a quanto sopra: se organizzate un viaggio clandestino, non fatevi recapitare il biglietto a casa, ritiratelo voi stesse; evitate di prenotare online (se vostro marito è un tipo sospettoso potrebbe andare a curiosare sul vostro pc e trovare qualche traccia , magari nel cestino delle mail); datevi appuntamento alla destinazione ,non alla partenza (non si sa mai chi si può incontrare); sedetevi vicini solo dopo aver guardato bene che tra i passeggeri non ci sia qualcuno che conoscete e in ogni caso non lasciatevi andare ad effusioni. Tenetele per quando sarete soli.

  • Non cambiate il vostro normale modo di fare. Niente dà più nell’occhio di due persone che si ignorano platealmente. Se siete di natura affettuose e abituate ad abbracciare e baciare i vostri amici, continuate a farlo davanti a tutti anche con il vostro amante.  Un comportamento diverso da parte vostra verrebbe immediatamente notato, proprio perché insolito. Ricordate sempre che i gioielli lasciati in vista sono quelli che il ladro non vede.

  • Dato che chi tradisce non può evitare le bugie, allenatevi a farlo. Il rossore, il balbettìo, il nervosismo rivelano più di qualsiasi parola.

  • Non cambiate la routine delle vostre giornate e ritagliatevi invece dei momenti per voi nel corso del giorno. Se al martedì andate sempre  dal parrucchiere, continuate a farlo, andateci davvero, ma dite che farete la permanente/tinta/trattamento lisciante ecc  che richiede  una seduta più lunga …..

  • Non fidatevi delle parole di vostro marito quando dice che non è geloso. Non è vero. Non cascateci!!!  Molto facile che sia gelosissimo, ma non voglia farvelo sapere.  

  • Evitate nel modo più assoluto di comunicare con il vostro altro lui via mail, sms, what’s up , FB e altro inerente il digitale. E’ il modo in assoluto più sicuro per essere scoperte. Usate il cellulare solo per telefonare e abbiate anche cura, dopo, di eliminare il numero dai contatti recenti. Se volete memorizzare il nome nella rubrica, mettete un nome di donna, o, meglio ancora, quello di un negozio.

  • Chiarite fin dal primo incontro clandestino le regole da seguire e accertatevi che anche lui le accetti davvero. Senza regole rispettate il rischio diventa veramente grosso.

  • Mettete in conto che non potrete frequentare il vostro amante quando e come vi pare e piace, saranno più frequenti le volte in cui non potrete stare insieme di quelle in cui lo potrete fare, quindi non fatevi prendere dalla smania di vederlo facendo, o permettendogli di farvi, improvvisate poco opportune.

  • Createvi sempre una scusa credibile nel caso veniste scoperte. Un  trucco fattibile  ,se vostro marito è impegnato altrove o fori città  e voi  uscite di sera con un altro  , quando invece avete dichiarato che sareste restate a casa , è  quello , al rientro, di farvi lasciare sempre lontano dalla via dove abitate, prendere un taxi e avere in borsa una scatola di aspirina confezionata dal farmacista. In questo modo, se il compagno di vita vi becca potete  dire che avete avuto un attacco di mal di testa ed siete andate in taxi in farmacia…..

  • Non fate e non fatevi scattare foto. Mai per nessun motivo. O se lo fate, poi cancellatele immediatamente. I telefonini sono una minaccia costante per i fedifraghi…
  • Non confidate a nessuno, e per nessuno intendo nemmeno a vostra sorella o alla vostra amica del cuore, che avete una relazione. Farlo, non solo le potrebbe mettere in imbarazzo nei confronti di vostro marito, ma potrebbero anche lasciarsi scappare una frase (in buona fede) altamente pericolosa. Tenetevi il vostro segreto solo per voi.

  • Evitate di innamorarvi perdutamente: questo è un po’ più difficile lo so, perché come dicevo all’inizio, le donne non sono brave a farlo solo per sesso, ma è l’unico modo per riuscire a tradire quasi senza pericolo: se vi innamorate invece non ce la farete mai!

  • Ultimo consiglio, ovvio, banale, scontato, ma sempre vero: se venite accusate di avere una relazione extraconiugale, imparate dagli uomini e negate anche di fronte all’evidenza più evidente. A questo proposito vi racconto un episodio molto divertente che mi ha raccontato mio padre e che  è successo a mia nonna negli anni ‘20:  il nonno (capelli rossi)  era un uomo cui piacevano molto le donne. Una volta sua moglie, cioè  mia nonna, passando davanti a una siepe di un bar ha scorto una testa rossa maschile accostata a un cappellino e, senza pensarci due volte, ha mollato una forte ombrellata alla testa rossa e se ne è andata. Una volta a casa, appena mio nonno è rientrato, l’ha aggredito chiedendogli se gli faceva male la testa, dato che l’aveva scoperto con un’altra ed era stata lei a picchiarlo con l’ombrello. Lui l’ha guardata, ha spalancato gli occhi e le ha detto “cosa hai fatto? Hai dato un’ombrellata a uno che non ero io? Ma sei matta? Adesso quello ti denuncia”! E tanto ha insistito e tanto ha fatto che alla fine la mia povera ingenua nonna ci è cascata e si è convinta di aver sbagliato persona!!.  Il nonno aveva negato l’evidenza……



Insomma tradire può veramente essere una gran fatica. Bisogna stare attentissime a ogni dettaglio, essere capaci di dire le bugie e non dimenticarsi quello che si è detto, sopportare il continuo sotterfugio, nascondersi, fingere….. e allora ripeto la domanda iniziale: siete sicure che ne valga davvero la pena?


                   Ci sono donne che negano le loro infedeltà 
                   così bene che meriterebbero di essere credute.  
                       Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

















1 commento:

  1. Chiaramente sorvolo sui consigli, utili ma non per la mia risposta. Personalmente non tradisco, se l'ho fatto era perché il rapporto era finito e quindi l'ho chiuso. Ora una spiegazione più naturale e seria: Il rapporto monogamo è gestito dall'evoluzione per i suoi perfetti scopi, come quello poligamo. Per quanto riguarda gli esseri umani la monogamia è nata per esigenze concrete femminili. Spiego, un uomo avrebbe potuto mettere in cinta una o due o tre ecc.....donne al giorno. Una donna solo una volta ogni 12 mesi. Per permettere alle donne di formare una famiglia ed essere aiutate a crescere i figli in tranquillità, l'uomo doveva occuparsi del cibo, del riparo e della difesa del nucleo. Piano piano l'evoluzione ha teso a rendere questo rapporto stabile per poter facilitare la giusta crescita dei figli, necessari per la continuità della specie. Un esempio di monogamia bellissimo è quello del 70% degli uccelli, le femmine di ogni specie hanno un modo unico di cantare. I maschi, per accoppiarsi devo imparare a formulare l'identico suono per potersi finalmente accoppiare. Siccome è difficile e lungo il processo, la natura ha fatto in modo che il maschio rimanga per sempre con la compagnia. Per noi ovviamente ci sono troppe variabili al giorno d'oggi per essere cosi fedeli ma sicuramente il tradimento di una donna è più profondo di quello di un uomo. Roberto Castiglioni.

    RispondiElimina