venerdì 7 novembre 2014

Vampate e scalmane, caldane…comunque le chiami sono una gran rottura!!

Un bel giorno(si fa per dire) mentre state  belle comode , per esempio dal parrucchiere,  in improvvisamente sentite un caldo tremendo che nemmeno in Africa, vi coprite di sudore, e fronte, collo, seni e ascelle iniziano a grondare.

Oppure, una notte, mentre dormite come angioletti, vi svegliate di colpo in un lago di sudore (anche se fuori la temperatura è a meno 10) , ma così tanto che siete costrette a cambiarvi la camicia da notte .

In entrambi i casi l’episodio dura pochi minuti, ma è devastante, soprattutto perché avviene senza preavviso alcuno.

Di cosa si tratta? Ma delle vampate amiche mie!

Le vampate, oltre ad essere il segnale inequivocabile che state entrando in menopausa sono anche la cosa più cattiva e odiosa che la natura potesse regalarci.

Eh sì perché le fetenti ti arrivano quando meno te lo aspetti e soprattutto quando sei in mezzo alla gente! Stai parlando con un tuo collega (maschio ovviamente) ed ecco che il collo comincia ad arrossarsi come quello di un tacchino, magari ti vengono pure le chiazze, dalla fronte parte un rivolino di sudore che immancabilmente ti sfiora l’occhio e fa colare il mascara e tu rapidamente diventi molto simile a un panda , accaldatissimo, mentre il collega ti guarda e non capendo se è lui a farti questo effetto (gli piacerebbe!!!) ti chiede “ti senti bene”? E tu vorresti sprofondare dall’imbarazzo.

Un’altra bella possibilità che accada è quando stai passando la notte con  un nuovo  amore e, dopo  ti sei tutta profumata, hai messo una camicia sexy, hai fatto l’amore e ti addormenti felice tra le sue braccia, ti svegli in piena notte fradicia di sudore e cerchi di alzarti senza che lui si svegli. Errore, perché ovviamente lui si sveglia eccome e vedendoti paonazza e grondante  magari ti chiede “c’è un incendio?” Roba da suicidarsi per la vergogna…

O, altra possibilità, è che l’attacco vi venga durante una cena con amici (o peggio durante una cena di lavoro). Anche in questo caso diventare rosse come pomodori, non poter fare a meno di slacciarsi la camicetta  il più possibile (ma dai mica siamo delle porno star!!!!) , sventolarsi con la prima cosa che ci capita a tiro (dal tovagliolo al menù ) in preda ad agitazione psicomotoria in cerca di fresco, non è un bel sentirsi e nemmeno è bello da vedere….

Ma tant’è. Questa è la natura e questo dobbiamo accettare. Tutte le donne ci passano, meno qualche fortunata che attraversa indenne questa fase, ma sono davvero poche.

Per le altre, ecco alcuni consigli:

  • Imparate  a fregarvene. La menopausa e tutti i suoi effetti è uno stato naturale, non una malattia   che deve essere fonte di imbarazzo. 

  • Parlatene  senza farvi alcun problema. Non intendo dire che ogni volta dovete fare un proclama, dico solo che , quando  capita un episodio di “scalmana”, dire “scusate,  mi passa subito, è un effetto dell’età che avanza” accompagnato da un sorriso, può essere un modo educato di far capire che non state avendo un attacco di cuore, ma che quello che state manifestando è solo una normale  vampata. 

  • Non cercate di nascondere lo stato in cui vi  trovate con mezzi vari (il più spontaneo è quello di andarsene dal contesto in cui ci si trova e cercare un bagno); dato che di solito l’attacco passa in pochi minuti, per non dire secondi, giratevi semplicemente dall’altra parte o chinatevi come se doveste togliervi qualcosa da una scarpa. In questo modo il gesto passerà inosservato e la scalmana…pure!

  • Toglietevi dalla testa che vampata uguale essere vecchia. Non è vero! Vampata uguale menopausa, uguale molta più libertà di fare sesso senza più  preoccupazioni di gravidanze indesiderate!!! 

  • Pensateci poco. Non fissatevi con l’idea “adesso arriva”, non c’è niente di peggio . Quando vi accorgete che sta per arrivare, pensate solo fa un po’ tanto caldo" . Non sembra, ma deviare il pensiero su una ragione diversa vi farà durare meno la caldana.

  • Non sentitevi diverse e/o inferiori  alle donne più giovani. Arriverà anche il loro momento come è arrivato per voi. E’ solo questione di tempo….
  • Se proprio non le sopportate perché sono davvero violente, andate dal ginecologo e fatevi  consigliare la terapia più adatta a voi.


La menopausa è il periodo dorato dell’amore. Alda Merini

              Le vampate, no. Overanta.















1 commento:

  1. bellissimo ...grazie sicuramente ora tutto arà piu semplice

    RispondiElimina