sabato 20 dicembre 2014

Eleganza non è solo un bel vestito.....

Si parla tanto di moda e bon ton  , ma credo che poche riviste femminili parlino di moda e stile per over anta, quindi provo io a fare un po’ di valutazioni su come si può (e si deve) essere eleganti e di classe dopo aver superato i 40 anni.

Perché scrivo questo? Perché se le quaranta/quarantanovenni si possono ancora permettere qualche bizzarria, dai 50 in su non è più così, quindi se si vuole essere ritenute donne raffinate  bisogna anche dimostrare di esserlo.

Ecco qui qualche consiglio:

  • Non si deve seguire la moda a tutti i costi. Gli outfit devono essere capaci di valorizzarci non di mortificare il nostro corpo (ad esempio vedo spesso signore cicciottelle strizzate in abiti guanto che mettono in evidenza molti rotolini che sarebbe meglio non far vedere). Anche se ci piace un abito, prima  di comprarlo e di mettercelo dobbiamo essere assolutamente certe che ci stia bene, senza dar retta alla commessa che pur di vendere ci dice che siamo un incanto quando sembriamo invece  degli ippopotami….

  • La biancheria intima deve essere visibile solo da noi e non dagli altri, quindi attenzione ai pantaloni a vita bassa che quando ti chini mostrano il tuo perizoma, e attenzione anche a non mostrare le spalline del reggiseno  o le autoreggenti quando ti siedi.

  • Niente abiti provocanti, attillatissimi e scollatissimi, niente gioielli vistosi e messi tutti insieme  . niente leggins leopardati, niente jeans infilati in stivali sopra il ginocchio e con il tacco alto e ovviamente niente minigonne…..

  • Se non siamo abituate a portare i tacchi alti mettiamoli solo alla sera, quando siamo sicure che passeremo più tempo sedute che in piedi, perché la camminata di chi di solito calza scarpe basse è immediatamente riconoscibile quando si portano i tacchi (effetto disastroso…).

  • L’outfit perfetto, valido per qualsiasi occasione e a qualsiasi età è un pantalone nero con  una camicia di seta bianca. Però, pur essendo un classico , bisogna portarlo in un certo modo e quindi imparare che l’eleganza e la classe richiedono anche un certo portamento e  comportamento

  • Visto che stiamo parlando di atteggiamento, allora va detto che  è importantissimo sapersi sedere (niente stravaccamenti, niente gambe incrociate “alla uomo”),  saper scendere da un’auto senza far vedere le mutande (quindi se si indossa un abito o una gonna portare entrambe le gambe contemporaneamente  fuori dall’abitacolo, e non prima una e poi l’altra) , saper camminare a testa alta, ma senza sussiego, dritte, ma non rigide, saper stare a tavola (niente gomiti sul tavolo, niente posate usate come badili, niente forchetta +  cucchiaio per mangiare la pasta, entrambe le mani in vista, è la forchetta che va alla bocca e non la bocca che va verso il piatto, non parlare a bocca piena).
  •  Le mani (curatissime!!!) non devono muoversi in continuazione , così come la voce non deve essere alta.

  • Una donna di classe, soprattutto dopo gli anta,  non parla di soldi in pubblico , ( né quanto guadagna, né quanto ha in banca, né quanto è ricca la sua famiglia o suo marito, né quanto è povera)  e non chiede agli altri la loro situazione finanziaria, riservando questi argomenti a contesti più ristretti e riservati.

  • Quando si trova in mezzo ad altre persone evita domande personali e imbarazzanti e non parla di religione e politica, perché se è vero che sono   argomenti  che coinvolgono tutti, è anche vero che le possibilità di scatenare dei litigi è alta perché non tutti la pensano allo stesso modo. (giusto o sbagliato che sia).

  • E’ invece molto informata su tutto: sport, arte, libri, cinema, in modo da poterne parlare con scioltezza, ma senza fare la saputella.

  1. Naturalmente le parolacce (anche se oggi sono diventate gergo comune) andrebbero evitate, ma se non ci è possibile, almeno cerchiamo di limitarle. Dire c…o ogni tre parole non è da signore!

  • La vera signora non ostenta mai: anzi si comporta e si veste sempre in modo impeccabile equilibrato e armonico , così  da essere sempre poco appariscente:  in una società come quella di oggi dove tutto è sempre in mostra, verrà  facilmente notata proprio per il suo essere diversa.



 L’eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare.
(Giorgio Armani)




Nessun commento:

Posta un commento