giovedì 22 gennaio 2015

Fitness è bello, ma....


Sarà sicuramente un problema mio, ma quando incontro una di quelle donne “fissate” con la ginnastica/palestra/corsa/danza/movimento/bodybuilding…sclero!


Cioè non è che io trascuri il mio corpo, cerco di mantenerlo in forma, sodo ed elastico, ma da qui a comportarmi come certe amiche mie ce ne corre!

Iniziano la mattina appena sveglie. Io a malapena capisco che ora è e loro sono già lavate, pronte con la loro tutina da jogging e la bottiglietta di acqua per uscire a fare la loro corsetta quotidiana . 
Corsetta si fa per dire, perché si sparano anche 7 o 8 km di camminata veloce  o, peggio, di corsa! Il tutto naturalmente in meno di mezz’ora, altrimenti che camminata veloce o che corsa sarebbe? Bruciare i grassi è il loro mantra e se non le assecondi ti danno pure della pigrona! Finito questo tour de force (che compiono con qualsiasi tempo e anche se hanno 38 di febbre) , doccia veloce (calda e fredda alternata naturalmente che così il metabolismo si muove  - io mi muoverei per lo shock, ma questa è un’altra storia) , cambio d’abito, scarpe con i tacchi nella borsa,  sneackers ai piedi e via di buon passo verso l’ufficio. (Metro, bus, tram? Ma figurati!!! Cammino , così brucio!). All’ora dell’intervallo, quando tutte le persone normali mangiano, loro ingurgitano un centrifugato di vitamine e scappano a farsi una lezioncina di Pilates (che allunga i muscoli e fa tanto bene all’elasticità dei muscoli) per poi tornare in ufficio dove tra una mail e l’altra , sedute alla scrivania, fanno qualche esercizio di stretching da tavolo ("così non mi anchiloso”). 

Quindi magari tu, ignara,  sei seduta davanti a una di queste donne e stai cercando di spiegarle un tuo progetto professionale e le vedi che ti ascoltano allungando il collo, portandosi con indifferenza un gomito dietro la schiena, alzandosi impercettibilmente dalla sedia per 5 o 6 volte nel giro di due minuti, e ti chiedi se si sentono male (avranno un crampo?) , se le stai annoiando o se  hanno una pipì impellente che non riescono a trattenere….

Tranquilla, niente di tutto ciò, stanno semplicemente continuando a mantenere il loro corpo in forma.

Una volta finito il lavoro dove vanno? Dritte filate in palestra dove si massacrano sul tapis roulant, a fare 10 vasche in piscina,  un po’ di pesetti per le braccia e una seduta di 20 minuti su quelle macchine infernali che ti obbligano a cercare di  chiudere le gambe mentre un aggeggio le tiene aperte, roba da vere masochiste.

Nei week end poi, non parliamone! Si dedicano anima ,corpo, cervello , sangue e quant’altro allo sport. Se giocano a golf si sparano 36 buche in un giorno, se giocano a tennis fanno 6 set consecutivi , se camminano, macinano almeno 15/20 km di strade sterrate,  se vanno in bicicletta le troverete sulle strade più ripide (in salita) che sbuffano come mantici, ma non mollano,  se sciano non c’è pista che non battano, se montano a cavallo sfiniscono  la povera bestia facendola trottare o galoppare per ore.

Insomma delle vere e proprie fanatiche che quando si mettono in bikini faranno pure invidia perché non hanno un filo di grasso né di cellulite, che portano la taglia 40, che sembrano delle modelle anche a 50 anni, ma che sicuramente non sanno godersi la vita nel senso di pigrizia/dolce far niente/contemplazione/calma e relax. 
Quindi preferisco mille volte essere considerata una donna pigra (anche se non lo sono).


“Io penso che chiunque abbia a che fare con una panca multifunzione per gli esercizi  sarà d'accordo con me che il suo prototipo è stato chiaramente inventato in un certo momento  della storia  quando la tortura  era considerata una ragionevole alternativa alla diplomazia.”Anna Quindlen


Nessun commento:

Posta un commento