venerdì 27 febbraio 2015

Come non cadere nella trappola dell'amica acida che fa finta di non esserlo.

Prendo spunto per scrivere questo post da un commento e relativa domanda che mi ha fatto una lettrice su un altro post e la ringrazio per avermi dato l'idea.


Esiste tutta una categoria di donne che ha un’abilità molto particolare: la capacità di nascondere la propria acidità/invidia (perché le due cose spesso sono collegate) attraverso il sarcasmo o, peggio che mai, attraverso una falsa dedizione agli altri.

Ne conosco parecchie e con la frequentazione ho imparato a capirle e qui vi spiego i segnali perché anche voi possiate fare altrettanto. Ma non solo, vi spiegherò anche come fare per neutralizzarle.

Iniziamo dai segnali:

  • I loro slanci emotivi sono facilmente individuabili come falsi: ti sorridono, ma solo con le labbra e non con gli occhi, ti abbracciano, ma sempre stando scostate dal tuo corpo, ti chiedono come stai, ma non aspettano la tua risposta.

  • Se parlano di sesso lo fanno sempre  come se questo aspetto della vita non riguardasse loro (ed è vero perché spesso non hanno una vita sessuale attiva: chi vorrebbe andare a letto con una donna antipatica?) e quindi si coinvolgono poco  nella conversazione, pur ascoltando avidamente quello che dicono le altre.

  • Anche le più controllate, ogni tanto hanno scatti di rabbia che immediatamente nascondono, ma ormai quel che è fatto (o detto) è fatto.

  • Si dichiarano disponibili per qualsiasi tuo bisogno, poi al momento buono, chissà come mai hanno sempre qualche impedimento…

  • Ti invitano a sfogarti , insistono molto perché tu lo faccia, proclamandosi amiche , quando ti vedono giù di morale o preoccupata e se lo fai, poi ti accorgerai che avranno usato  quello che hai detto loro per denigrarti o ridicolizzarti

  • A prima vista possono apparire miti e gentili , ma se sbagli qualcosa ecco che la critica – mascherata da benevolenza- viene immediatamente fuori con lo scopo preciso di far notare a tutti il tuo errore.

  • Nel preciso momento in cui notano una tua debolezza (ricordiamoci che sono sempre persone invidiose)  verrà fuori la battuta (sarcastica) , che fanno sembrare  apparire innocua , (“non parlavo sul serio”!!) , ma che in realtà ha l’obiettivo di ferire. Il vero scopo  infatti è quello di non andare contro alla persona in modo  diretto  ma metterla sotto cattiva luce,  cioè di solito denigrano – sempre però in modo piacevole e divertente – tutte le tue azioni o modi di fare (dall’abbigliamento al tono di voce alla pettinatura ecc) con  l’intento di danneggiare la tua autostima  o di diminuire la tua immagine  agli occhi degli altri.


Come neutralizzarle?
  • Prima di tutto ricordandoci sempre che il sarcasmo è l’arma  del debole poiché è indiretto e può  quindi  essere scambiato per voglia di scherzare, ma l’umorismo è decisamente un’altra cosa.
  • Allontanandole  dalla nostra cerchia di amicizie dicendo loro chiaro e tondo che non ci piace aver a che fare con persone “un po’ contorte”. Aspettatevi delle rimostranze e ovvie negazioni, ma tirate dritto nella vostra decisione
  • Imparando   a riderci sopra, ma non nel nostro intimo, bensì platealmente, in modo che tutti vedano. E’ un metodo sicuro per metterle in difficoltà perché se il loro obiettivo è quello di minare la  tua autostima, vedere che ci ridi sopra non farà che procurar loro ben poca soddisfazione!
  • Alzando le antenne! Evitiamo cioè di credere a chi si professa amica dopo un mese che ci conosce. La vera amicizia è frutto di anni e anni di frequentazione…
  • Dando  retta al nostro istinto. Se una persona “non ci piace”, anche se non vediamo un motivo concreto che giustifichi questa sensazione, ricordiamoci che l’istinto non sbaglia mai. La ragione sì, l’istinto no. Quindi manteniamo le distanze.


Non ci sono persone più acide di quelle che sono dolci per interesse.Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime 1746




2 commenti:

  1. Grazie, era il post che cercavo... ! Mi trovo con tutto quello che hai scritto. Firmato: L'Anonima solita di prima ;-)

    RispondiElimina
  2. Per anni una donna così è stata la mia migliore amica...
    La ritrovo in tutti i comportamenti descritti, in particolare in quello delle critiche mascherate da benevolenza.
    E' una categoria estremamente pericolosa, a mio avviso; è il tipo di donna che non esita a buttarsi addosso al tuo compagno, per esempio, salvo poi fare la santarellina e dire che è stato lui a provarci!

    RispondiElimina