mercoledì 4 marzo 2015

Sei capace di resistere alle tentazioni?


Inutile nasconderselo, tutti, uomini e donne, cadono in tentazione  per qualcosa, ma non tutti sono capaci di mantenere un autocontrollo tale da riuscire ad evitare di caderci troppo spesso.

Normalmente ci si lascia tentare da qualcosa che vogliamo , ma che non sempre (spesso direi mai), ci fa bene  o ci porta felicità. E più l’oggetto del desiderio è difficile da raggiungere e più diventa attraente, più è proibito e più lo vogliamo a tutti i costi.

Quindi oggi voglio cercare di aiutarvi con qualche consiglio a resistere alle varie tentazioni che possono costellare la nostra vita quotidiana.

  • Partiamo , non in ordine di importanza, dalla tentazione più comune per una donna: lo shopping.. Perché è bello, è piacevole, è divertente, è gratificante, ma spesso esageriamo e spendiamo molto più del dovuto (per poi, una volta a casa piangere lacrime di coccodrillo e dire al coniuge che abbiamo speso la metà della metà di quanto realmente abbiamo pagato).

  • Un’altra tentazione abbastanza forte, soprattutto per alcune è il mangiare dolci. Allora se ci prende questa smania (un solo cioccolatino non è considerato smania) pensiamo subito a quanto  vorremmo essere magre. Aiuta mettere una foto sul frigo di quando eravamo giovani e snelle..

  • E se veniamo prese dalla  voglia matta  di avere una relazione extraconiugale? Lui è lì, bello, disponibile, ci attira, ci fa sentire femminili…..e allora perché non dovremmo “buttarci”? Prima di tutto perché “non è cosa” e poi perché…vi ricordate il film “attrazione fatale”? Il protagonista lì era un uomo, ma potrebbe anche capitare a noi la stessa situazione…Poco raccomandabile!

  • E se invece  ci prende la voglia di potere? Quante donne conosco che pur di “arrivare” scendono a qualsiasi compromesso (non intendo sessuale). Ricordiamoci che si può salire anche senza abbassarsi, magari lo si farà più lentamente, ma sicuramente con più serenità. La bramosia di potere può portare a situazioni davvero pesanti.

  • Anche la voglia irresistibile che ci può assalire  è quella di metterci a  urlare contro qualcuno (marito, figli, collega, capo) perché ci ha innervosito o non ha agito come avremmo voluto noi. E allora ecco l’esplosione!  Contenetevi, contate fino a 10, fate un bel respiro, chiudetevi in bagno e prendete a pugni (piano!) le piastrelle, lavatevi la faccia con acqua fredda (se siete truccate, mettete solo i polsi sotto il getto) e poi uscite. Vedrete che sarete più calme.

  • Pensiamo  che sia fantastico cedere alla pigrizia?  Procrastinare gli impegni, dire “dopo lo faccio”, abbandonarci al dolce far niente? Se è cosa di un giorno….si può fare, non succede niente. Ma se diventa un’abitudine allora no, non va per niente bene e forse abbiamo bisogno di un aiuto professionale perché magari   siamo nell’anticamera della depressione.

  • Se siamo attirate dalla lusinga dell’apparire più giovani , il rischio che corriamo è quello  di vestirci come una ventenne e di eccedere nelle “punturine” o addirittura nei lifting. Quindi ricordiamoci che il ridicolo è sempre in agguato!

  • E infine la tentazione di vendicarci con qualcuno per ripicca o per sbagliato senso di giustizia (“ti faccio vedere io…”) può portare a conseguenze davvero spiacevoli perché se l’altro a sua volta ci “ributta la palla” diventerà una storia senza fine. (è così che scoppiano le guerre)


Come risolvere?

  • Prima di tutto pensando sempre  alle conseguenze che l’aver dato retta alle tentazioni può portare.

  • Poi valutando  bene com’è la nostra vita attuale e cosa la modifica a tal punto da indurci a lasciarci prendere dalle tentazioni. Una volta capito, si cambia quello che c’è di sbagliato e così si eviterà di fare i  capricci

  • Usando  la  forza di volontà.  Chi dice che non ne ha mente. Tutti ne siamo capaci se lo vogliamo davvero.

  • Prendendo atto di tutto quello di positivo che abbiamo (un tetto sulla testa, cibo, un amico, la salute ecc.) e ricordandocelo sempre. Spesso non c’è bisogno di altro, soprattutto del superfluo.

  • Distraendoci immediatamente appena qualche tentazione si profila all’orizzonte, con qualsiasi mezzo e modo. Lontano dagli occhi……..lontano dal cuore, dal cervello  e dal portafoglio!

  • Ascoltando i consigli degli altri, perchè probabilmente hanno già avuto la stessa esperienza che vorremmo avere noi  e quindi sanno cosa può succedere, oppure perché ci conoscono bene e già prevedono  le conseguenze..

  • Evitando di ritenere che cadere in tentazione sia romantico o passionale (se ci riteniamo  una persona passionale, non significa che dobbiamo per forza mettere in pratica qualsiasi desiderio ci venga in mente)

  • Ricompensandoci ogni volta che siamo  state forti e non abbiamo ceduto. Però attenzione! La ricompensa non deve far parte delle tentazioni…quindi  bisogna fare  qualcosa di buono, di divertente o di salutare , non di lusinghiero.



Non c'è colpa più grande che assecondare i desideri. Non c'è sventura più grande che non sapersi accontentare. Non c'è difetto più grande della sete di guadagno. Perché chi sa che abbastanza è abbastanza ha sempre a sufficienza.
Lao Tzu, Tao Te Ching, ca. V sec. a.e.c.




Nessun commento:

Posta un commento