mercoledì 1 aprile 2015

Come riuscire a convincere un uomo esitante.....

Voi siete molto innamorate e pensate  che il vostro compagno lo sia altrettanto, ma la differenza di comportamento fra voi due è decisamente tanta. Voi vorreste andare subito al sodo, magari convivere o fare progetti comuni a lungo termine, mentre lui  non sembra proprio avere fretta, anzi spesso svia il discorso perché, in fondo, a lui le cose vanno benissimo così come stanno.

Non arrendetevi  e non disperate, una soluzione per convincere un uomo a “capitolare”, c’è e si chiama induzione (cioè indurre qualcuno  a fare qualcosa…)

Quali sono  i passi da compiere per riuscire nell’intento? Eccoli.

  • Se pensate che  lui abbia  dei dubbi su di voi (per esempio la vostra capacità di non intromettervi nelle sue cose, di non fare la mantenuta, di essere ancora legata in qualche modo al vostro ex  o altre piacevolezze simili) prima di tutto accertatevi che sia così e poi  prendetelo da parte in un momento in cui siete entrambi calmi e tranquilli e iniziate quello che io chiamo il “gioco del perché”. Mi spiego, la prima cosa che potreste chiedere potrebbe essere “perché pensi che se vivessimo insieme io mi intrometterei nelle tue decisioni?” e alla sua risposta (qualunque essa sia) voi ribatterete ancora con un “perché”…e  andrete avanti così per 5 o 6 frasi. In questo modo, approfondendo ogni volta il dubbio che lui vi  esporrà avrete la possibilità, alla fine dei perché, di sapere cosa dire  per  smontare tutte le sue paure.
  • Durante la chiacchierata non fate la Santa Inquisizione…. Parlate normalmente, senza ansia, soprattutto senza far trapelare la smania che avete di convincerlo. Se solo si accorge che state cercando di manipolarlo si chiuderà a riccio e non caverete più una parola dalla sua bocca e meno che mai otterrete il vostro scopo. Ricordate sempre che la calma è la virtù dei forti.
  • Dategli tempo. Lo so che ne perde già tanto e tentenna in continuazione, ma intendo dire che è meglio se  aspettate, dopo avergli chiarito che volete fare dei progetti a lungo termine con lui e aver fatto il gioco del “perché”, che interiorizzi il tutto dicendogli  che non c’è problema a proseguire la conversazione più in là nel tempo. La cosa davvero importante è che siate molto chiare nella spiegazione del motivo per cui per voi è importante avere una sua decisione. Agli uomini non piace dover pensare, preferiscono poter agire  in risposta ad una richiesta che sia  precisa e diretta.
  • Se lui continua a rimandare la decisione mantenete la calma, altrimenti si sentirà messo con le spalle al muro . Cercate invece di capire il motivo per cui procrastina e poi, una volta capito, proporgli una soluzione che lo tranquillizzi. Faccio un esempio banale: se è un uomo abituato ad essere coccolato, e capite che ha paura di perdere questo “privilegio”, se gli prospettate che vivendo insieme avrà ancora più attenzioni, potrebbe rassicurarsi e….cedere.
  • Non fate l’errore di dirgli che lui è il fulcro della vostra esistenza (anche se lo è). Trovatevi invece interessi che non lo appassionano,  amicizie diverse, un lavoro coinvolgente solo per voi in modo da non farlo sentire obbligato alla condivisione  a tutti i costi  nei vostri confronti e quindi a sentirsi  “occupato, ma  libero”. Il segreto, il vero segreto, è qui: fargli capire che con voi potrebbe avere una vita di coppia, ma senza rinunciare alla sua libertà cui pare tenere tanto (perché anche  voi manterrete la vostra).
  • Non assillatelo con la richiesta continua di sentirgli dire “ti amo”. Molti uomini non lo dicono,  ma non per questo non provano amore. Infatti tanti preferiscono i fatti (non vi tradiscono, non fanno i cretini con le mogli altrui, vi ascoltano, vi sopportano….) alle parole , ma se per voi è così fondamentale che le pronunci chiedeteglielo sottilmente magari dicendogli “sai mi piace quando mi fai capire anche con le parole che mi ami”…..
  • Infine, se tutto questo non funziona, potete sempre provare la strategia contraria: cambiate cioè del tutto il vostro comportamento e  iniziate voi a dire che non vi va di legarvi per la vita, di condividere una casa, di fare “la coppia”. Magari a questo punto potrà essere lui a cambiare idea (ricordatevi sempre che l’uomo è cacciatore e più gli sfuggite e più vi corre dietro) anche se il rischio che vi prenda in parola e si adagi su questa situazione, ovviamente, c’è. Vero è che chi non risica non rosica e quindi alla mal parata…non sarà cambiato nulla e continuerete a vivere felicemente ognuno per i fatti propri.


l miglior modo per convincere gli uomini a fare qualcosa è insinuare che forse sono troppo vecchi per farlo.     Anne Bancroft


Nessun commento:

Posta un commento